Selvaggia Lucarelli, una vacanza da paura: lei denuncia, arriva la replica

0

Selvaggia Lucarelli, vacanza da paura in Sicilia: posti bellissimi ma la sua  sistemazione e da dimenticare. Il sindaco però non ci sta

Ha deciso di giocare in casa anche per festeggiare i suoi 47 anni e così Selvaggia Lucarelli, insieme al compagno Lorenzo e al figlio Leon, ha scelto la Sicilia. Posti incantevoli, che nelle ultime due settimane ha documentato con moltissime immagini sul suo profilo. Ma anche desolazione e un senso di impotenza.

(Instagram)

Perché la vacanza si è trasformata in un percorso ad ostacoli per colpa di chi le ha affittato la villa in cui la famiglia ha fatto base a Noto. La città della spettacolare cattedrale, del matrimonio Ferragnez ma anche della spazzatura e della luce che salta.

Più volte, soprattutto di sera, nella villa affittata da un noto (minuscolo) personaggio locale che è anche un politico, è saltata la luce e non solo per colpa dell’Enel, In più Selvaggia avrebbe voluto fare la raccolta differenziata, ma non esistono gli appositi cassonetti e così le è stato consigliato di mettere tutto insieme, che ci avrebbero pensato loro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Francesco Oppini su Alba Parietti: “Soffrivo ogni volta” – VIDEO

Selvaggia Lucarelli, una vacanza da paura ma il sindaco di Noto non ci sta

Troppi contrattempi ai quali nessuno ha voluto porre rimedio, nonostante le due frequenti telefonate e la denuncia della situazione. E così lei ha deciso di condividere via social lo stato delle strade di Noto, piene di immondizia, e le immagini delle sue serate a caccia di energia.

(Instagram)

A stretto giro è arrivata la replica di Corrado Bonfanti, sindaco della cittadina, felice che un ospite così illustre l’abbia scelta per le sue vacanze ma anche amareggiato per le critiche. “Una disavventura può mai arrivare a mortificare una comunità che l’ha accolta a braccia aperte? L’improvvisazione di un solo privato può compromettere per sempre la bellissima relazione nata tra l’eleganza delle nostre architetture, la ricchezza del nostro paesaggio e la sua straripante classe?”, scrive. Ma le consiglia anche di rifarsi nelle sedi specifiche e forse andrà a finire così.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui