Mense aziendali, la Faq del Governo: il Green pass è obbligatorio

0
green pass
Green Pass, tutte le novità a partire dal mese di settembre (Getty Images)

Per le mense aziendali servirà il Green pass. Alla fine è arrivata una Faq di Palazzo Chigi a fare chiarezza sulla questione, in particolare dopo che in un’azienda del torinese, la Hanon System di Campiglione Fenile era stato annunciato uno sciopero di due ore per protestare contro quella che veniva definita una norma discriminatori nei confronti dei dipendenti sprovvisti della certificazione.

“Per la consumazione al tavolo nelle mense aziendali o in tutti i locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti pubblici e privati è necessario esibire la certificazione verde”, precisando anche che: “A tal fine, i gestori sono tenuti a verificare le certificazioni con le modalità indicate dal dpcm del 17 giugno”.

A questo punto dovrà necessariamente fare marcia indietro anche la Regione Piemonte, che in una precedente circolare aveva invece stabilito che “le attività connesse con la fruizione del vitto sono consentite a tutto il personale, fermo restando il rispetto dei protocolli o delle linee guida dirette a prevenire o contenere il contagio”.

Green pass obbligatorio anche per militari e polizia

Zona Rossa Pasqua
Forze Armate (via Getty Images)

La precisazione del Governo è stata resa nota dopo aver ribadito che l’obbligo della certificazione verde dovrà essere applicato anche per le mense del corpo militare e delle forze di polizia, nonostante alcuni circolari interne dei giorni scorsi che invece ne annunciavano l’esenzione.

L’obbligo è stato invece ribadito anche in questo caso da una circolare del capo di segreteria del Dipartimento della Pubblica sicurezza, Sergio Bracco. “Con decorrenza immediata – si legge nel documento- sulla base delle indicazioni fornite dal ministero della Salute, la consumazione del pasto all’interno delle mense di servizio dovrà essere consentita solo a coloro che sono in possesso delle certificazioni verdi Covid-19“.

Contrari i sindacati, che attraverso il segretario della Silp-Cgil, Daniele Tissone, lamentano “il mancato confronto con le organizzazioni sindacali”, e la contraddittorietà con le indicazioni ricevute solo pochi giorni prima, “senza per altro che neppure si conoscano le indicazioni emanate, in merito, dal ministero della Salute”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui