Omicidio di Voghera, nuovi filmati: l’assessore Adriatici pedinava El Boussettaoui?

Secondo il Corriere della Sera, l'assessore leghista di Voghera, con delega alla Sicurezza, sarebbe stato visto nelle vicinanze del cittadino marocchino che successivamente ha ucciso.

0

Dall’analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, la Procura di Pavia avrebbe registrato una coincidenza “quanto meno anomala”. Massimo Adriatici, prima di uccidere Youns El Boussettaoui, lo avrebbe pedinato.

LEGGI ANCHE: Ucciso dall’assessore a Voghera, la denuncia dell’avvocato: “Autopsia fatta senza avvisare la famiglia”

Omicidio Voghera, chiesto al gip l’incidente probatorio

Secondo il Corriere della Sera, l’assessore leghista di Voghera, con delega alla Sicurezza, sarebbe stato visto nelle vicinanze del cittadino marocchino che successivamente ha ucciso. Resta da capire il motivo che lo avrebbe spinto a pedinarlo e nel frattempo, il pm Roberto Valli ha chiesto al giudice per le indagini preliminari di effettuare un incidente probatorio, con lo scopo di accertare le testimonianza dei clienti del bar Ligure di Piazza Meardi, fuori dal quale il 20 luglio il giovane è stato ucciso. Si tratterebbe di cittadini stranieri, uno dei quali avrebbe modificato la sua versione, mentre le altre due combacerebbero.

Youns El Boussettaoui - Foto di Facebook
Youns El Boussettaoui – Foto di Facebook

Cosa sappiamo fino ad oggi sulla morte di El Boussettaoui

Intanto Adriatici è agli arresti domiciliari indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Stando alle ricostruzioni, l’assessore svolgeva il suo lavoro in maniera instancabile in mezzo ai cittadini. Ma, come scrive il Corriere della Sera, oltre alle ronde armate aveva l’abitudine di convocare anche le forze dell’ordine per spiegare loro come si dovesse lavorare in sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Green pass falsi, come difendersi dalla truffa online: i consigli del cyber-esperto Orlowski

Due giorni prima della sua morte, El Boussettaoui, pluripregiudicato che ultimamente aveva problemi psichici, avrebbe infastidito i clienti di un altro locale. I titolari avrebbero informato Adriatici, che però ha escluso di aver raggiunto il bar Ligure con la certezza di trovare il 37enne.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui