Meteo, in arrivo una delle giornate più calde: otto città a rischio

0

Meteo, in arrivo una delle giornate più calde: l’11 agosto molti termometri supereranno abbondantemente quota 30 gradi, otto città a rischio

L’abbiamo attesa a lungo, soprattutto in quelle zone d’Italia che tra luglio e agosto sono state sferzate da temporali e grandinate. Ma ma come questa settimana l’estate farà sentire la sua morsa di caldo su tutta l’Italia e sarà così almeno fino a lunedì 16 agosto quando almeno al Nord arriveranno gli effetti della bassa pressione.

Meteo anticiclone
Meteo, ancora aumento di temperature su tutto il Paese (Getty Images)

Per ora invece domina l’Anticiclone nord-africano che porterà ad avere verso il fine settimana valori anche superiori ai 40 gradi soprattutto al Centro Sud. Il caldo intenso andrà avanti per tutta la settimana e oggi anche al Nord il meteo sarà caratterizzato da caldo intenso, fino a 35 gradi.

In generale quindi potete prepararvi ad un Ferragosto da gita fuori porta e grigliate. Le previsioni confermano che il cima sull’Italia rimarrà stabile e soleggiato, con qualche isolato temporale pomeridiano nella giornata di domenica 15 sulle Alpi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Green pass, Lamorgese chiarisce: “I gestori non possono chiedere i documenti dei clienti”

Meteo, in arrivo una delle giornate più calde: quali sono le città italiane più a rischio?

Cosa dobbiamo aspettarci quindi da questo mercoledì 11 agosto? In generale una giornata soleggiata sull’Italia. che non sarà rovinata nemmeno dal transito di poche velature al Sud e sulle Isole. Atte nuvole nel pomeriggio sui rilievi del Nordest, con la possibilità di isolati temporali di breve durata.

(Pixabay)

Attenzione però ad alcune città ad alto rischio, perché tra temperatura reale e quella percepita anche a causa dell’afa saranno almeno otto da bollino rosso. Parliamo di Roma, Frosinone, Latina, Bari, Campobasso, Rieti, Palermo e Perugia. In tutte queste zone scatterà   il livello di allerta 3. In pratica prevede ondate di calore con possibili effetti negativi anche sulla salute di persone sane e attive e non solo su quelle a rischio, come gli anziani e i malati cronici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui