YouTube sfida TikTok con un piano ad hoc: 10.000 dollari sul piatto

0

È partita ufficialmente la sfida a TikTok per YouTube. Creato un fondo ad hoc pensato per sbaragliare la concorrenza

youtube
YouTube lancia il piano per contrastare TikTok (screenshot)

Il social network di punta al momento è senza dubbio TikTok. Milioni di contenuti condivisi ogni giorno, decine di miliardi di visualizzazioni e creator che diventano delle vere e proprie star del web. Un universo in continua espansione, nonostante i tentativi da parte della concorrenza di ostacolare la crescita esponenziale della piattaforma cinese.

Ci proverà anche YouTube, che ha da poco annunciato di aver istituito un fondo pari a 100 milioni di dollari per promuovere Shorts. Si tratta di una feature che permetterà agli utenti di creare video brevi della durata massima di 60 secondi, con incentivi immediati ai creator. Già a partire da agosto, sarà possibile guadagnare dai 100 ai 10.000 dollari al mese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, attenzione a questa trappola: milioni di utenti in pericolo

YouTube, il piano anti TikTok prevede guadagni fino a 10.000 dollari al mese

Ivrea
Dai 100 ai 10.000 dollari al mese per i creator (Getty Images)

È partito ufficialmente il nuovo piano di YouTube per contrastare l’egemonia di TikTok. Dai 100 ai 10.000 dollari al mese destinati ai creator, utilizzato lo YouTube Shorts Fund. Al momento non viene menzionata l’Italia, mentre sono inclusi nella lista dei Paesi coinvolti Brasile, India, Indonesia, Giappone, Messico, Nigeria, Russia, Sud Africa, Regno Unito e Stati Uniti. Google ha in realtà assicurato che il programma verrà presto estero anche al resto del mondo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Netflix, dramma per un amatissimo attore: “Ho avuto problemi mentali”

Stando alle prime indiscrezioni, per accedere al fondo bisogna essere maggiorenni o avere età superiore ai 13 anni negli USA. È inoltre richiesta la pubblicazione di almeno un video ogni 180 giorni e di aderire alle linee guida della community, ai regolamenti sul copyright e alla policy sulla monetizzazione. In cambio, un vero e proprio stipendio da creator!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui