Assegno di ricollocazione, bonus massimo di 5 mila euro: come fare domanda

0

Assegno di ricollocazione, bonus massimo di 5 mila euro: a chi spetta, che cosa comporta e come presentare la relativa domanda

Il tema del lavoro rimane centrale anche in tempi di pandemia, soprattutto adesso che il governo ha messo fine al blocco dei licenziamenti. Ma esistono diversi strumenti per chi ha bisogno di reinventarsi e tra questi è importante l’Assegno di ricollocazione (cosiddetto Adr) che mette sul piatto bonus vantaggiosi.

meno 800mila posti lavoro
(Getty Images)

Una misura gentista dall’Anpal, lAgenzia Nazionale Politiche Attive del lavoro e che mette insieme sia il pubblico che il privato con le agenzie di servizi per il lavoro. All’atto pratico
è un bonus che può arrivare ad un massimo di 5mila euro. Potrà essere utilizzato presso tutti i soggetti aderenti e che prestano servizi di assistenza personalizzata per la ricerca di occupazione. Stiamo parlando quindi di centri per l’impiego ma anche enti accreditati ai servizi per il lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus mamma domani 2021: buone notizie, c’è ancora tempo

Assegno di ricollocazione, bonus massimo di 5 mila euro: come funziona la domanda?

L’Assegno di ricollocazione quindi può essere investito in qualsiasi centro per l’impiego che seguirà la pratica. Che beneficia di questo sostegno potrà consultate l’albo nazionale dei soggetti accreditati che lo aiuteranno a ricollocarsi nel mondo del lavoro.

Il richiedente sarà seguito da un tutor che si occuperà di ricercare insieme a lui la migliore soluzione ricollocazione e contatterà i potenziali datori di lavoro. Ma l’ente lo dovrà anche aiutare durante la preselezione e le prime fasi d’inserimento in azienda. Se alla la persona viene assunta, l’importo dell’Assegno sarà riconosciuto all’ente.

Lavoro in tempi di Coronavirus
(Getty mImages)

Le somme variano a seconda del tipo di contratto spuntato: per un contratto a tempo indeterminato incluso l’apprendistato la somma che l’ente riceve va da 1.000 a 5.000 euro. Invece per un contratto a termine di minimo 6 mesi, l’Assegno va dai 500 ai 2.500 euro. Infine per un contratto a termine da 3 a 6 mesi in Campania, Puglia, Basilicata,  Calabria e Sicilia la somma va dai 250 euro ai 1.250 euro

La richiesta dell’Assegno di ricollocazione è volontaria e deve essere inoltrata telematicamente attraverso il portale Anpal o presso i Centri per l’Impiego o gli enti di Patronati convenzionati. Il programma ha una durata pari a 180 giorni, a meno di eventuali rinnovi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui