Voghera, spunta il video: la vittima aveva colpito l’assessore

A Voghera, un assessore leghista ha ucciso con un colpo di pistola un marocchino di 39 anni. Spunta il video dell’aggressione

Voghera assessore
Voghera, spunta il video della lite tra l’assessore leghista e il 39enne marocchino (screenshot)

Sono ancora in corso le indagini in seguito alla morte di Youns El Boussettaoui, 39enne marocchino ucciso da un colpo di pistola a Voghera. Colpevole l’assessore leghista Massimo Adriatici, che si è difeso dicendo che il proiettile è partito involontariamente al momento della caduta.

In attesa di ulteriori novità, secondo quanto riferisce l’Ansa agli atti dell’inchiesta ci sarebbe anche un video, ripreso dalle telecamere di sorveglianza. Stando a ciò che si vede dalle immagini, è l’immigrato ad avvicinarsi all’assessore e a colpirlo con un pugno. Nel video si vede il momento in cui Adriatici cade a terra, ma non quello in cui spara alla vittima e la uccide.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Capri, precipita un mini-bus turistico: un morto e dei feriti gravi

Voghera, assessore uccide 39enne marocchino: le indagini

voghera assessore
Sono in corso proprio in queste ore le indagini per capire l’esatta dinamica dei fatti (screenshot)

Si aggiunge anche un video registrato dalle telecamere di sorveglianza agli atti dell’inchiesta sull’omicidio del 39enne marocchino Youns El Boussettaoui a Voghera. La procura di Pavia ha chiesto la conferma degli arresti domiciliari per l’assessore leghista Massimo Adriatici, reo di aver fatto partire il colpo fatale di pistola. Domani dovrà inoltre comparire davanti al gip per rispondere ad alcune domande. “La mia bambina mi ha chiesto: ‘come è uscito quel colpo?’, se lo capisce una bimba come non possono farlo i magistrati. Era mio fratello, provate a pensare se fosse successo ad un vostro familiare” ha tuonato la sorella della vittima, davanti al bar dove è avvenuto l’omicidio.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid Italia, scontro tra Draghi e le Regioni: le richieste del premier

“Vogliamo giustizia, giustizia! E che sia giustizia per tutti” ha poi continuato il marito della sorella. Sono attese importanti novità sull’inchiesta già a partire dai prossimi giorni, con gli inquirenti che stanno continuando ad indagare sul luogo del delitto.