La cabina di regia ha stabilito dove sarà obbligatorio il green pass, la spiegazione del prof. Pregliasco a iNews24

Sui nuovi parametri per passare da zona bianca a zona gialla, il professore dice: "Più abbassiamole soglie, più siamo “protettivi”. Scientificamente non esiste un manuale esatto".

0

Ai microfoni di iNews24, Fabrizio Pregliasco, direttore dell’Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi, virologo e docente dell’Università degli Studi di Milano, fa il punto sulle decisioni della cabina di regia col premier Mario Draghi, che si è riunita oggi, giovedì 22 luglio.

LEGGI ANCHE: Amministrative Roma 2021, intervista al candidato Marco Visconti (Fdi): “Città sommersa dai rifiuti per il mancato accordo tra Raggi e Zingaretti”

Professore, dal 5 agosto sarà necessario il green pass per accedere a bar e ristoranti, ma solo per mangiare o bere al chiuso, palestre, cinema, teatri, stadi, palazzetti o per manifestazioni sportive e concerti. Per averlo, sarà necessario un tampone negativo o il green pass (anche con una sola dose).
Il green pass rimarca oggettivamente e orgogliosamente che ci si è vaccinati per proteggere se stessi e gli altri. Come utilizzarlo è ovviamente una scelta politica. Ma decidere di vaccinarsi è un’azione di solidarietà, che permette di stare più sicuri in situazioni di rischio come ad esempio, stare seduti al tavolo al ristorante o in altri ambienti chiusi, dove i positivi, anche asintomatici, potrebbero infettare”;

Fabrizio Pregliasco - Foto Twitter
Fabrizio Pregliasco – Foto Twitter

Ma il vaccino è solo un’azione di solidarietà?
La vaccinazione, dal punto di vista dell’interesse collettivo, è un elemento positivo anche perché – com’è chiaro – stiamo assistendo a una curva di contagi in salita, che però ha un numero esiguo di casi gravi. Ma è anche un elemento utile perché riduce i costi sanitari, dal momento che chi va in terapia intensiva, grava sulla sanità. In più, adesso è più vicino il ritorno alla vita normale. Quindi è giusto che ci sia un dibattito politico sull’utilizzo del green pass”;

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Voghera, spunta il video: la vittima aveva colpito l’assessore

Il limite tra la zona bianca e la zona gialla, come sembra deciso, sarà stabilito dalla percentuale di occupazione dei posti letto in ospedale, che si aggiunge al parametro dell’incidenza (50 casi su 100mila abitanti). La cabina di regia ha indicato di fissare il limite al 10% per le terapie intensive e al 15% per i reparti ordinari. Le Regioni avevano chiesto una percentuale di occupazione del 20%, mentre il Cts, del 5%.
Anche questa è una scelta politica. Chiaramente più abbassiamo le soglie, più siamo “protettivi”. Scientificamente non esiste un manuale esatto rispetto all’applicazione generalizzata. Il principio base è che il l’aumento del rischio dei contagi aumenta è direttamente proporzionale ai contatti tra le persone. Il punto è ragionare su come abbassare i contagi”;

Green Pass Covid
(Getty Images)

Il green pass è considerato un “incentivo” a vaccinarsi, per allontanare l’ipotesi dell’obbligo vaccinale…
L’utilizzo del green pass anche a livello nazionale, mi sembra una buona decisione per fare in modo che quanti più cittadini possibili si vaccinino, soprattutto in questo contesto dove i no vax non rappresentano più un numero esiguo. La convenienza, come dicevo, c’è ed è dimostrata. Sono sempre del parere che l’obbligatorietà del vaccino non sarebbe un’ipotesi impossibile: basti pensare che i bambini, per poter andare a scuola, hanno già dieci vaccinazioni obbligatorie. Il green pass comunque, è un modo per compendiare una scelta di libertà, che anche se non la si comprende, è più che giusta. E da graduazione del suo utilizzo potrà essere valutata man mano”;

LEGGI ANCHE: Capri, precipita un mini-bus turistico: un morto e dei feriti gravi

Dalla cabina di regia, pare che non ci sia alcuna speranza per la riapertura delle discoteche. Potrebbero restare chiuse ancora per un po’ anche in zona bianca.
Sono d’accordo. In discoteca c’è il massimo rischio perché si sta accalcati”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui