Donnarumma, parla il suo primo presidente: “Aveva un grande difetto” – VIDEO

0

In una recente intervista, il primo allenatore di Gianluigi Donnarumma ha raccontato alcuni retroscena sulle origini del portiere

donnarumma
Parla il presidente della prima scuola calcio di Gianluigi Donnarumma (screenshot YouTube)

È sicuramente il nome del momento. Stiamo parlando di Gianluigi Donnarumma, eroe della Nazionale di Roberto Mancini e nuovo portiere del PSG. Dopo 6 anni di prima squadra al Milan, il giocatore originario di Castellammare di Stabia ha deciso di dare una svolta alla sua carriera e andare sotto la Tour Eiffel insieme a campioni del calibro di Mbappé e Neymar.

In una recente intervista, il nostro Enrico Nocera ha intervistato il presidente dell’A.S.D. Club Napoli Ciro Amore. Ecco alcuni interessanti retroscena sulle origini del 22enne campione d’Europa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Inter, il sogno è a centrocampo: arriva l’ex Juve?

Donnarumma, parla il presidente dell’A.S.D. Club Napoli: “Sempre stato un vincente”

Il nostro Enrico Nocera ha avuto la possibilità di intervistare Ciro Amore, presidente dell’A.S.D. Club Napoli. “Gianluigi ha avuto un dono dalla natura. Quando veniva qui a seguire l’allenamento del fratello, invece che rimanere a guardare si metteva in porta e chiamava gli altri ragazzi a tirare. Già da piccolo aveva la predisposizione a diventare portiere” ha spiegato, aggiungendo poi: Stava sempre qua, era uno dei pochi ragazzi che riusciva a conciliare lo studio e gli allenamenti. Non mancava mai, ce lo trovavamo sempre in campo“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Calciomercato Milan, in arrivo una giovane stella: firma a un passo

L’unico difetto che aveva è che quando perdeva, si arrabbiava. Ce l’aveva nel suo DNA il fatto di voler sempre vincereha poi continuato: “Europei? È stata un’emozione grandissima, nella mente ti tornano episodi di quando lui era piccolino e ti veniva a chiedere gli ostacoli o le casacche. Vederlo in TV alzare la coppa è stato spettacolare”.

Infine, un ultimo retroscena su quando muoveva i primi passi alla scuola calcio:Faceva delle cose che non fanno i ragazzini della sua età. Già quando andava nello spogliatoio si comportava da professionista, dopo 5 minuti era pronto come i campioni che devono fare le interviste. Ogni volta dico sempre che il Milan aveva preso il Maradona dei portieri, e lo continuerò a dire. Fra un paio d’anni sarà il più forte del mondo“.

Gigio ha mosso i suoi primi passi nell’A.S.D. Club Napoli (screenshot YouTube)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui