Covid, Speranza: “Non è finita, varianti sono nuove insidie”

0

Intervenuto dal Policlinico Gemelli di Roma, il ministro della Salute Roberto Speranza ha fatto il punto sull’emergenza Covid in Italia

speranza covid
Il punto del ministro della Salute Roberto Speranza sull’emergenza Covid in Italia (Getty Images)

La variante Delta del Covid è la nuova minaccia che presto potrebbe colpire anche l’Italia. I numeri relativi ai contagi sono nuovamente in aumento, seppur lieve. Molto più rassicuranti invece quelli relativi ai posti occupati in terapia intensiva e ai decessi, mai così bassi dallo scorso settembre. Intervenuto a margine di una cerimonia di accreditamento internazionale al Policlinico Gemelli di Roma, il ministro della Salute Roberto Speranza ha fatto il punto sulla situazione.

Stiamo vivendo una fase diversa della pandemia, ma non è ancora conclusa. Le varianti sono le nuove insidie. Monitoriamo tutti i dati settimanalmente, e ci aspettavamo la risalita che è in corso. I numeri sono comunque molto molto più bassi rispetto a quelli conosciuti in passato” ha spiegato Speranza, aggiungendo poi: “Ci affideremo come sempre alla nostra squadra di tecnici e scienziati, che continueranno a fare questo lavoro di verifica. Passo passo vedremo le cose come proseguono

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Italia campione, festeggiamenti violenti a Milano: 15 feriti, tre sono gravi

Covid, Speranza: “La vaccinazione è l’arma per chiudere la stagione”

Vaccinazioni Figliuolo
I numeri relativi alle vaccinazioni sono in continuo aumento (Foto: Getty)

Arma fondamentale per sconfiggere il Covid è la vaccinazione. Lo ha voluto sottolineare il ministro Speranza, esaltando i numeri raggiunti nelle ultime settimane. “Dobbiamo insistere il più possibile. La media raggiunta è molto alta: nell’ultima settimana oltre 530mila dosi al giorno. Io continuo a chiedere a tutti di vaccinarsi” ha proseguito il ministro: “Ad oggi, 26 milioni di italiani hanno scaricato il Green Pass, è un dato straordinario“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Meteo, l’anticiclone apre la settimana: in arrivo vortice tempestoso

Dobbiamo mantenere massima l’allerta, ci sono norme da rispettare. La mascherina al chiuso va indossata, e anche all’aperto quando ci sono assembramenti. Serve un ultimo sforzo per uscirne” ha poi concluso Speranza dal Policlinico Gemelli di Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui