Cashback, non è finita: i rimborsi sono ancora possibili

0

Cashback, non è finita: lo Stato ha deciso (almeno per ora) di chiudere i cordoni della borsa ma in realtà i rimborsi sono ancora possibili

Nostalgici del Cashback di Stato e disperati per il taglio da parte del governo? Nessuna paura, c’è sempre un rimedio per tutto. Anche se per ricominciare la raccolta delle transazioni dovrete aspettare almeno fino al prossimo gennaio, intanto però potete rifarvi con un metodo altrettanto legale e proficuo.

Il governo Draghi ha preso i prossimi sei mesi per valutare l’impatto di Cashback di Stato e Super cashback sulle casse degli italiani ma anche su quelle pubbliche. Non sono però a rischio i rimborsi, sempre che siano state rispettate da parte degli utenti le regole di base per partecipare. Semplicemente, invece di arrivare entro il 31 agosto il termine è stato prorogato al 30 novembre prossimo.

E allora come fare ad ottenere di nuovo rimborsi fino a 150 euro da qui a dicembre? il rimedio è semplice: utilizzare per le spese Satispay,  la piattaforma per i pagamenti digitali che sta prendendo sempre più piede nel nostro Paese e ha messo insieme numeri eccezionali.

(Twitter)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cashback, nessuna pietà per i furbetti: succederà molto presto

Cashback, non è finita: come funziona Satispay e come partecipare ai rimborsi

L’azienda ha infatti fatto sapere che sono in arrivo altre promozioni speciali. Tutti coloro che si iscriveranno nel mese di luglio al sistema di pagamento mobile, potranno aderire  alla possibilità di accumulare fino a 150 euro di cashback in sei mesi. Sarà direttamente Satispay a finanziare il programma, destinato ad integrare le altre opportunità di cashback già attive.

In pratica per ogni pagamento nei negozi fisici convenzionati con Satispay , è previsto un cashback del 10%, fino a un massimo di 150 euro complessivi, cioè uguale a quello cancellato dal governo. Per finanziarlo, la piattaforma è pronta a stanziare una cifra complessiva tra i 20 milioni e i 30 milioni di euro.

(Pixabay)

Ma come funziona Satispay, per chi ancora non la conoscesse? Una App scaricabile sul cellulare e che permette di fare acquisti in negozi fisici e supermercati, ma anche di pagare bollette, bollo auto, ricariche telefoniche o anche di scambiare soldi con amici e parenti. Tutto con la facilità di un messaggio via sms o WhatsApp. Quando l’avete scaricata, basta associare l’Iban del vostro conto corrente, registrare i documenti richiesti e stabilire la quota massima di spese settimanali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui