Denise Pipitone, nuova testimonianza choc: cosa sta succedendo

0

Spunta una nuova clamorosa testimonianza sulla scomparsa di Denise Pipitone. Vediamo cosa sta succedendo sul caso della bambina di Mazara del Vallo.

Denise Pipitone (foto © Rai).
La bambina scomparsa a Mazara del Vallo 17 anni fa (foto © Rai).

Non si fermano le indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone. Infatti continuano ad indagare le forze dell’ordine per risalire alla verità sulla bambina che sparì misteriosamente dalla città siciliana. Il fascicolo d’inchiesta sul quale si procede è lo stesso di 17 anni fa. Quindi si stanno anche rielaborando le vecchie intercettazioni ascoltate all’epoca. Nelle ultime ore Fanpage avrebbe riportato anche una nuova clamorosa testimonianza.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Variante Delta, rischio aumento contagi dopo partita in Italia? L’opinione di Matteo Bassetti a iNews24

Come riporta la testata giornalistica, il condizionale è d’obbligo visto che la Procura di Marsala ha scelto al strada del silenzio dopo la fuga di notizie. Gli investigatori infatti stanno ancora seguendo il reato di sequestro di persona. I due principali indiziati sarebbero Anna Corona e Pietro Pulizzi, papà biologico di Denise. Nell’ultimo periodo si stanno concentrando sull’Hotel Ruggero II dove all’epoca lavorava Corona.

Denise Pipitone, nuova testimone annuncia: “Ero all’hotel di Anna Corona”

Denise Pipitone (foto © Rai).
La testimonianza esclusiva riportata da Fanpage (foto © Rai).

La nuova testimonianza avrebbe del clamoroso. Infatti una donna avrebbe affermato di essere stata nell’hotel dove lavorava Anna Corona, ossia il Ruggero II. Stando alla nuova testimone, Denise sarebbe stata vista all’Hotel l’1 settembre del 2004. Inoltre al momento nella struttura c’era anche Anna Corona che avrebbe esclamato ad un uomo: “Proprio qui dovevi portarla?“. Come riporta Fanpage, però, al momento sulla testimonianza non ci sarebbero conferme ed il racconto è al vaglio degli inquirenti. Stando alla criminologa Anna Vagli, questa testimonianza avrebbe acceso un nuovo faro nelle indagini.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Green Pass, certificati falsi venduti sul dark web: l’operazione della Gdf

La donna in questione avrebbe alloggiato all’Hotel Ruggero II con la famiglia e proprio lì avrebbe visto la piccola Denise. La voce non trova conferma, anche perchè la testimone non ha presentato nessun scontrino o fattura. Inoltre mancherebbero anche riscontri sulle carte di credito, visto che le banche conservano le rendicontazioni solo per 10 anni. L’assenza di conferme, inoltre, potrebbe configurare il reato di false dichiarazioni. Lo stesso reato è stato configurato per l’ex pm Angioini. Nelle prossime ore, quindi, vedremo se ci saranno novità sul caso che oramai ha riacceso la curiosità in milioni di italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui