Tokyo 2020, al Giappone preoccupa il Covid: nuova soluzione per i Giochi

0

La situazione Covid fa tremare il Giappone che però ha deciso che i giochi di Tokyo 2020 si faranno: c’è una soluzione per evitare l’aumento dei contagi.

Tokyo 2020 Olimpiade
Preoccupa l’aumento dei casi Covid in Giappone (Foto: Getty Images)

Manca poco ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, con il Giappone che è ancora incerto sul come accogliere la competizione. Ovviamente a creare un clima di grande incertezza ci ha pensato proprio il Covid-19, con gli organizzatori che adesso temono la diffusione della Variante Delta nel paese. Infatti la prima idea era stata quella di accogliere solamente il pubblico locale all’interno delle strutture dei Giochi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, l’allarme dell’Oms in Europa: c’è il rischio di una nuova ondata

Invece adesso il primo ministro giapponese Yoshihide Suga apre ad un’esclusione del pubblico dai giochi, che potrebbero aprirsi a porte chiuse. Infatti proprio parlando della situazione pandemica, Suga ha affermato: “Dobbiamo proteggere il popolo giapponese“. Andiamo quindi a vedere tutte le ipotesi lanciate dal governo locale per ospitare al meglio gli imminenti Giochi Olimpici.

Tokyo 2020, Suga pronto alla competizione a porte chiuse: l’idea del primo ministro giapponese

Tokyo 2020 rinuncia
Il paese pronto ai Giochi a porte chiuse (Foto: Getty Images)

Quindi le Olimpiadi di Tokyo 2020 si svolgeranno, ma con molte probabilità a porte chiuse. La decisione, però, verrà confermata solamente se i casi Covid-19 nel paese continueranno a salire. A confermare la notizia, come anticipato, ci ha pensato il primo ministro giapponese Yoshihide Suga. Durante la sua ultima conferenza Suga ha asserito: “C’è la possibilità che non ci siano spettatori“. L’unica priorità per il Primo Ministro è evitare una nuova ondata di casi nel Paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Variante Delta, Ema: “Si è protetti con due dosi di vaccino”

Un’altra importante novità l’ha lanciata ‘Yomiuri Shimbun‘. Infatti il quotidiano, citando proprie fonti a condizione di anonimato, afferma che il pubblico potrà essere escluso a tutti gli eventi che si svolgono la sera o in grandi luoghi. Una misura di sicurezza che cerca di limitare l’esponenziale aumento di contagi a Tokyo e in altri luoghi che richiedono un aumento delle misure di prevenzione. Tra poco più di venti giorni, quindi, partiranno i giochi olimpici ed il Governo locale è chiamato a dare una decisione finale sul pubblico, capendo se aprire o meno gli stadi alla popolazione locale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui