Maradona, nuovi sconcertanti sviluppi sulla vicenda: succederà presto

0

Spuntano nuovi retroscena sul caso Maradona. C’è una novità che potrebbe verificarsi molto presto: tutti i dettagli

maradona
Il medico di Maradona ha chiesto una nuova perizia medica (Getty Images)

Un capitolo che ancora non è destinato a chiudersi. La morte prematura di Diego Armando Maradona sta facendo discutere e continuerà a farla, con nuovi risvolti sulle sue condizioni di salute che continuano ad arrivare senza sosta. Secondo quanto riportato dalla testata francese Le Monde, il medico personale del campione argentino Leopoldo Luque avrebbe chiesto una nuova perizia medica.

La richiesta sarebbe stata fatta durante il suo interrogatorio a Buenos Aires, tenutosi di fronte al procuratore di San Isidro lo scorso 28 giugno. Il medico ha respinto qualsiasi accusa di responsabilità nella scomparsa del Pibe de Oro, chiedendo una nuova perizia. Secondo le sue parole, Maradona non soffriva di cuore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terra dei fuochi, tonnellate di rifiuti mai rimossi in Campania: chi sono i responsabili? [REPORTAGE VIDEO]

Maradona, parla il medico: “Diego non soffriva di cuore”

Morte Diego Maradona
Ha parlato la difesa del medico alla stampa (@GettyImages)

Ascoltato per quattro ore dal procuratore, il medico di Maradona Leopoldo Luque avrebbe chiesto una nuova perizia medica. “Lui non ha nulla da rimproverarsi. HA semplicemente detto che si è preso cura della salute di Diego e che ogni volta che è stato chiamato per qualcosa, lo ha assistito. Era il medico di famiglia, ma non responsabile dell’ospedalizzazione a domicilio” ha dichiarato l’avvocato difensore del neurochirurgo Julio Rivas alla stampa.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Meteo, Italia tra il caldo dell’anticiclone e l’incubo grandine: cosa succede

La commissione medica ha preso le cartelle cliniche di 20 anni fa. Maradona aveva sostenuto quattro controlli cardiologici tra il 2019 e il 2020 con ottimi risultati di salute” ha poi concluso il legale, chiedendo dunque una nuova perizia medica. Infine, la difesa ha dichiarato che la responsabilità del ricovero in casa era di due aziende sanitarie private.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui