Serie TV a rischio in un Paese: addio a Netflix, Disney+ e Prime?

0

In un Paese il futuro dei principali colossi dello streaming è messo a rischio. Ecco cosa potrebbe succedere già nelle prossime settimane

streaming serie tv
In un Paese, i principali produttori di serie TV sono a rischio (via Pixabay)

Una proposta che è stata lanciata nel fine settimana e che potrebbe seriamente prendere piede nelle prossime settimane. In Gran Bretagna, il futuro dei principali colossi dello streaming statunitensi come Netflix, Amazon Prime Video e Disney+ potrebbe essere a rischio. O perlomeno, regolamentato come volontà del premier Boris Johnson.

Si sta discutendo proprio in questi giorni di questa eventualità, con i ministri del Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport che hanno spiegato come si consulteranno sui piani da sottoporre ai giganti dello streaming. Se tutto dovesse andare in porto, ci sarà bisogno per le aziende statunitensi di allinearsi a BBC, ITV, Sky e molti altri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, accordo con un grandissimo regista: sognano gli utenti

Serie TV regolamentate in UK: cosa sta succedendo

Netflix stagione
La Gran Bretagna vuole imporre regole anche ai colossi statunitensi (Getty Images)

Una Brexit anche per le serie TV. Il governo britannico starebbe pensando di regolamentare anche i colossi dello streaming come Netflix, Prime Video e Disney+. Per garantire che gli streamer dispongano di adeguate classificazioni dei contenuti per l’età, potrebbero essere sottoposti dei nuovi piani da accettare e firmare. “Prendiamo in considerazione misure che pareggino il campo di gioco, così che le emittenti del servizio pubblico possano competere con i rivali internazionali” hanno spiegato i ministri inglesi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, nuovo aggiornamento: cambia il modo di chattare

Ad esser stati nominati i giganti del settore, che insieme raccolgono all’incirca 30 milioni di abbonati nel solo Regno Unito. Si tratterebbe senza dubbio di uno dei ribaltoni della storia dello streaming. Vedremo cosa verrà deciso nelle prossime settimane, ma è chiaro che qualcosa è destinato a cambiare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui