Mara Venier, annuncio della commissione Albo Odontoiatri: è polemica

0

Mara Venier ha vissuto una vera e propria Odissea a causa di un impianto messo erroneamente da un odontoiatra: la nota dell’Ordine

Mara Venier
(@Instagram)

Ormai noto il dramma di Mara Venier che ha svelato di essere stata sottoposta ad un’operazione programmata mesi prima con un odontoiatra – di cui non ha fatto nomi – che l’ha portata ad avere un problema molto grave: la lacerazione di un nervo e conseguente paralisi parziale del volto. Un tragico evento per la conduttrice veneta che fa del suo volto e della sua presenza la sua arma migliore per apparire in TV.

LEGGI ANCHE > > > Stefano De Martino, Rai o Mediaset? La scelta sul futuro

NON PERDERTI > > > Mediaset, arriva una nuova batosta: è l’ennesima sconfitta

A seguito dell’intervento, Mara Venier è stata costretta a rinunciare alla conduzione di Domenica In per un weekend perché impossibilitata ed ha promesso che la questione non si sarebbe conclusa qui, parlando di gravi conseguenze per chi ha sbagliato l’intervento.

LEGGI ANCHE > > > GF Vip 6, clamoroso rifiuto di un’ex naufraga: “Assolutamente no”

La risposta dell’ordine degli odontoiatri a Mara Venier

Caso Mara Venier
(@portale.fnomceo.it)

La Commissione Albo Odontoiatri nella persona del Presidente Raffaele Iandolo ha emanato una nota in merito alle parole della conduttrice veneta considerando il suo comportamento: “finalizzato a dare risonanza nazionale alla vicenda personale, con un danno all’immagine per l’intera categoria professionale odontoiatrica (63.580 iscritti)” e che rappresenta “un caso emblematico di strumentalizzazione dei canali TV nazionali“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Denise Pipitone, clamoroso annuncio a Quarto Grado: si riaccende la speranza

Iandolo ha scritto, ancora: “In qualità di Presidente della Commissione Albo Odontoiatri Nazionale, non posso non evidenziare che bene primario per la professione odontoiatrica resta ed è sicuramente la tutela della salute del cittadino, così come enunciato tra i principi fondamentali della Carta Costituzionale”. Per concludere: “Pertanto, in maniera speculare, lo Stato dovrebbe astenersi da azioni che potrebbero comportare la lesione dei relativi diritti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui