Denise Pipitone, quell’alibi non regge: la verità in diretta

0

Denise Pipitone, quell’alibi non regge: un altro pezzo del puzzle montato negli anni che crolla. La verità sul giallo di Mazara è più vicina?

Ci sono sempre state due inchieste sulla scomparsa di Denise Pipitone, che manca alla sua famiglia dal 1° settembre 2004. Una è quella della Procura che in diciassette anni non ha prodotto effetti concreti per ritrovarla, anche se non è stata archiviata. L’altra è quella dei media che non hanno mai mollato la presa e da qualche settimana sono tornati forti sull’argomento.

Ogni giorno emergono nuove verità o presunte tali, anche se molte piste hanno portato a nulla. Ma possono servire per smascherare alcuni atteggiamenti oppure frasi sulle quali sono state costruite tesi difensive che oggi sembrano vacillare. L’ultimo caso arriva da ‘La Vita in Diretta’ che ha analizzato la testimonianza di Gaspare Ghaleb.

Parliamo dell’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise (figlia dello stesso padre) a lungo sospettata di aver avuto un ruolo nella scomparsa della bambina. Alberto Matano ricorda un particolare che forse molti hanno dimenticato. “Ghaleb aveva dichiarato di aver saputo della sparizione di Denise da Jessica, che lo aveva chiamato per dirgli di guardare il Tg Vallo”.

Denise Pipitone (foto © Rai).
Denise Pipitone (screenshot Rai)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, nuove verità scomode: lo sfogo di mamma Piera

Denise Pipitone, quell’alibi non regge: è da rivedere la posizione di Jessica Pulizzi?

In realtà però come svela il programma Rai di quella telefonata non c’è nessuna traccia e questo sembra smontare l’alibi. Lo ricorda l’inviata del programma condotto da Alberto Matano: “Ghaleb aveva dichiarato che stava guardando i cartoni animati e che Jessica gli aveva telefonato. Peccato che l’ultima telefonata sia alle 13.10. Ma come ha fatto Ghaleb ad aver saputo della sparizione se il tg è andato in onda alle 13.39?”

Di qui il sospetto. Se quegli orari sono reali (e lo sono), evidentemente Ghaleb deve aver saputo la notizia in un altro modo, comunque prima che diventasse ufficiale con la comunicazione al pubblico. Solo un vuoto di memoria da parte del ragazzo, che però è sempre stato solo un teste, oppure c’è sotto altro?

Denise Pipitone
Denise al momento della scomparsa (WebSource)

Ne è convinto anche Francesco Lombardo, ex maresciallo della polizia giudiziaria che a suo tempo seguì il caso: “Ghaleb allora disse che stava guardando Dragon Ball e i Simpson, ma quella programmazione era sospesa per l’estate. E quando Denise sparì, il cellulare di Jessica avrebbe agganciato celle vicino al luogo della sparizione”.

Intanto la Procura di Marsala, come ha svelato la trasmissione sta lavorando su un albergo che all’epoca dei fatti era diventato l’alibi di Anna Corona. Ma ci sono testimonianze da rivedere e rivagliare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui