Eriksen potrà giocare ancora a calcio? La risposta del medico Castellacci

0

Dopo lo spavento, a Christian Eriksen sarà impiantato un defibrillatore cardiaco. Potrà giocare ancora a calcio? La risposta del medico Castellacci

eriksen
A Christian Eriksen verrà impiantato un defibrillatore sottocutaneo (screenshot Instagram)

La terribile scena è ancora sotto gli occhi di tutti. Lo scorso sabato si stava giocando Danimarca-Finlandia quando, sul finire del primo tempo, il giocatore Christian Eriksen si è accasciato al suolo a causa di un arresto cardiaco. Grazie al pronto intervento dei medici in campo prima e in ospedale poi, ora il numero 24 dell’Inter è salvo e sta bene.

Questa mattina, la federcalcio danese ha dato l’annuncio: gli verrà impiantato un lcd cardiaco, ossia un defibrillatore. “Christian ha già accettato la soluzione, che tra l’altro è stata confermata da specialisti a livello nazionale ed internazionale. Si tratta di un dispositivo necessario dopo un attacco cardiaco dovuto a disturbi del ritmo” si legge all’interno della nota ufficiale. La domanda che ora tutti i tifosi si stanno ponendo è: potrà tornare a giocare a calcio?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato, addio Real Madrid: Sergio Ramos verso la Serie A!

Eriksen, parla Castellacci: “Non potrà più giocare a calcio”

eriksen
Secondo il professor Enrico Castellacci, il danese non potrà più giocare in Italia (Getty Images)

L’Ansa ha deciso di intervistare il professor Enrico Castellacci, medico della Nazionale nel 2006 e ora presidente dei medici del calcio. “In Europa, con un defibrillatore impiantato si può giocare. C’è il caso di Blind, l’olandese che ora sta giocando l’Europeo. In Italia siamo però molto più attenti e severi nel concedere le idoneità sportive” ha spiegato, aggiungendo poi:Premetto che non conosco bene la diagnosi e parlo quindi in linea teorica. C’è da capire la patologia, ma andare in campo con un defibrillatore espone a rischi“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Dramma Eriksen, arriva la svolta: un’operazione può cambiare tutto

Anche solo una pallonata o un contrasto possono mettere fuori uso l’intero meccanismo. In Italia non credo che potrà più tornare a giocare a calcio, mi auguro che la diagnosi e i protocolli cardiologici per l’idoneità possano chiarire tutto” ha concluso il presidente dei medici del calcio Enrico Castellacci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui