Biden-Putin, si va verso il disgelo: “Siamo disposti a capirci”

0

L’incontro tra Joe Biden e Vladimir Putin è stato molto costruttivo per i due leader. Usa e Russia pronti a trovare l’accordo per una momentanea tregua.

Biden Putin
L’incontro tra i due leader a Ginevra (via Getty Images)

Durante la giornata di ieri, a Ginevra, c’è stato il primo summit tra Joe Biden e Vladimir Putin. Con una dichiarazione congiunta al termine dell’incontro, i due leader hanno comunicato al mondo intero: “Anche in momenti di tensione… possiamo fare progressi“. Un comunicato importante, che smorza le tensioni tra i due paesi. L’obiettivo dei due Presidenti è quello di evitare una guerra nucleare. Per questo motivo Biden e Putin sono pronti a ripetere i loro ‘vigorosi’ incontri anche nel futuro prossimo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Ue, Bruxelles cerca un ‘Fauci europeo’: ruolo chiave contro le pandemie

Il summit è durato poco più di tre ore, con i due leader che hanno parlato solamente degli argomenti basilari. Biden ha comunicato al presidente russo che gli Usa sono pronti a rispondere ad un nuovo attacco cyber. Nonostante ciò, il 46esimo presidente americano è pronto a far di tutto per evitare una nuova Guerra Fredda. Inoltre il leader statunitense ha concluso affermando: “Abbiamo una enorme capacità a livello cyber, e lui lo sa. Gli ho detto che se violeranno le norme basilari, noi risponderemo“.

Biden-Putin, il presidente russo dopo il primo summit: “Leader molto diverso da Trump”

Biden Putin
La città di Ginevra durante l’incontro tra i due leader (via Getty Images)

In seguito all’incontro anche Vladimir Putin ha detto le sue impressioni riguardanti il presidente americano. Il leader russo ha trovato Biden come un leader molto costruttivo” ed equilibrato, definendolo anche uno statista esperto. Paragonandolo al suo predecessore, Putin ha comunicato che l’attuale leader Usa è molto differente da Donald Trump. Inoltre Vladimir Putin ha comunicato che i due hanno parlato la stessa lingua durante il summit. Il presidente russo, inoltre, non farà passi indietro nelle sue posizioni Aleksei Navalny ed i dissidenti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vauro a iNews24: “Il mio giubilo è che la destra non potrà più dire: e allora i Marò?”

Adesso i due diplomatici torneranno nelle loro rispettive sedi di Mosca e Washington. Infatti l’ambasciatore russo Anatoly Antonov potrà tornare a Washington, così come John Sullivan pronto a lavorare nuovamente a Mosca. Questo è il primo risultato concreto dell’incontro tra i due presidenti. Infatti gli Usa avevano rispedito in Russia gli ambasciatori dopo il presunto attacco hacker del paese. Ai giornalisti Putin ha poi concluso affermando: “La conversazione è stata assolutamente costruttiva“. Il presidente russo, infine, ha ricordato che il ritorno dei due ambasciatori nei paesi è un primo gesto per allentare le tensioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui