Alessandro Matri, disavventura a casa dei genitori: l’appello sui social

0

Alessandro Matri, disavventura a casa dei genitori: l’appello sui social. L’ex calciatore di Milan e Juventus ha condiviso su Instagram tutto il suo disappunto

Alessandro Matri
Alessandro Matri, disavventura a casa dei genitori: l’appello sui social (Foto: Getty)

E’ stato uno dei protagonisti della nostra Serie A per diversi anni. Alessandro Matri, classe ’84, ha appeso gli scarpini al chiodo da poco e sta intraprendendo la carriera dirigenziale. Nell’ultima stagione ha affiancato il direttore sportivo Tare alla Lazio, cercando di apprendere nel migliore dei modi i segreti di quello che potrebbe diventare il suo prossimo mestiere. Da calciatore ha vissuto le sue parentesi migliori con la maglia di Juventus e Cagliari. Proprio grazie ai 4 anni passati in Sardegna riuscì a meritarsi una chiamata da parte della “Vecchia Signora“, mettendo in bacheca il primo scudetto dell’era Conte nel 2011. Nel cuore dell’ex numero 32 c’è però anche il Milan. Con i rossoneri fece infatti il suo esordio tra i professionisti, nel lontano 2003. Ora proprio quella maglia indossata a Piacenza è diventata protagonista di un brutto fatto di cronaca.

LEGGI ANCHE >>> Covid, leggenda del Napoli ricoverata in ospedale: le sue condizioni

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Allegri ne manda via due: le trattative

Alessandro Matri, disavventura a casa dei genitori: rubata la sua maglia del Milan

 

Nelle ultime ore Matri ha denunciato un furto avvenuto all’interno della casa dei suoi genitori, dove era conservata proprio la casacca rossonera dell’esordio in A. In uno sfogo su Instagram l’ex calciatore si rivolge proprio al ladro, lanciando un appello.

Caro ladro che oggi sei entrato in casa dei miei genitori, tra le cose che ti sei preso ce n’é una che per te avrà sicuramente un valore economico ma per me ha un valore affettivo ed è la maglia del Milan del mio esordio in Serie A. So che scrivendolo qui non risolvo nulla, ma sia mai che ti venga recapitato questo messaggio e ti venga la magnifica idea di farmela riavere. Tanto ormai l’indirizzo lo conosci…”. Chissà se alla fine si metterà una mano sulla coscienza per restituire almeno l’ambito cimelio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui