Green Pass Ue, firmato il regolamento: entrerà in vigore dal 1° luglio

0

Green Pass Ue, firmato il regolamento: entrerà in vigore dal 1° luglio. Permetterà a tutti i cittadini comunitari di poter viaggiare senza fare quarantene

EU
Green Pass Ue, firmato il regolamento: entrerà in vigore dal 1° luglio (Foto: Getty)

Un passo importante per il ritorno agli spostamenti all’interno dell’Unione Europea è stato compiuto oggi. Il certificato digitale Covid Ue, ovvero il digital green pass, è stato ufficialmente sottoscritto dal primo ministro portoghese, Antonio Costa, in rappresentanza degli Stati membri. Presenti anche la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, e il presidente del Parlamento, David Sassoli, che hanno siglato il testo finale. Il documento entrerà ufficialmente in vigore a partire dal prossimo 1° luglio e avrà validità per i prossimi 12 mesi. Una semplificazione non indifferente per tutti coloro che vorranno spostarsi nel corso dell’estate, sia per motivi turistici che lavorativi. Sarà possibile scegliere destinazioni comunitarie senza dover effettuare scomode quarantene. Si estende quindi a tutta l’Unione Europea la libertà di movimento già in vigore all’interno delle nostre Regioni, il tutto con una semplice app o con il certificato a portata di mano.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass al via dal 1 luglio: requisiti, come ottenerlo e dove sarà valido

LEGGI ANCHE >>> Green Pass, c’è la decisione del Garante per la Privacy: cosa succede

Green Pass Ue, firmato il regolamento: come funziona e chi potrà ottenerlo

Green Pass Covid
Green Pass Ue, firmato il regolamento: come funziona e chi potrà richiederlo (Foto: Getty)

Il documento Covid digitale dell’Ue attesterà la vaccinazione di ogni cittadino, dopo aver ricevuto entrambe le dosi (una singola per Johnson&Johnson). Saranno inclusi anche tutti coloro che sono guariti dal coronavirus e chi è risultato negativo al tampone (antigenico o molecolare) nelle 48 ore precedenti. La validità del certificato varia dai 9 mesi per i vaccinati, ai 180 giorni in caso di guarigione (solo due giorni per il test). Il codice QR disponibile nel formato digitale ne agevolerà la lettura ad ogni controllo e sarà disponibile anche in formato cartaceo. Verrà accettato dai paesi membri della Comunità Europea e da Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Ogni Stato avrà il diritto di rilasciare il pass ai propri cittadini e non potranno essere imposte limitazioni di spostamento dai singoli governi locali. Lo potranno ottenere anche le persone non appartenenti al “Vecchio Continente” ma che soggiornano o risiedono in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui