Regina Elisabetta, c’è l’addio improvviso: scoppia la polemica

0

L’università di Oxford ha deciso di cancellare un ritratto della Regina Elisabetta che rappresentava la storia coloniale: è subito polemica.

Regina Elisabetta
La decisione dell’Università più importante al mondo (via Getty Images)

Anche la Regina Elisabetta viene colpita dalla ‘Cancel Culture‘. Infatti stando ad un comitato studentesco della Magdalen College dell’università di Oxford, il ritratto reale potrebbe far sentire a disagio le nuove matricole. Il ritratto in questione era presente all’interno dell’Istituto dal 2013. Una decisione presa per creare uno ‘spazio neutrale’. L’obiettivo è far sentire tutti inclusi, con la raffigurazione della monarca che era ormai simbolo controverso del passato coloniale del paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, l’Rt resta stabile a 0,68: altre regioni entrano in zona bianca

A capitanare la mossa del comitato degli studenti è Matthew Katzman, che ha colto di sorpresa Buckingham Palace. Inoltre la mossa arriva ad una settimana dalla sconvolgente rivelazione del Guardian, secondo il quale non era permesso assumere a corte persone di colore. Inoltre sono arrivate dure critiche anche da parte del Governo di Boris Johnson, che ha lodato la Regina per i suoi sforzi per inclusione e diversità. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo all’interno della Monarchia.

Regina Elisabetta, la sua figura appare scomoda: cosa succede

Regina Elisabetta
La controversa situazione della Royal Family (Foto: Getty Images)

I media britannici adesso si chiedono se la mossa degli studenti britannici possa creare un effetto domino. Infatti in molti temono che la figura reale venga esclusa anche da banconote e francobolli. Adesso l’attuale dibattito si concentra soprattutto sul passato colonialistico del paese. Infatti già nell’ultimo anno si è dibattuto sulla rimozione di numerose statue e simboli del passato schiavistico.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino, Galli a iNews24: “Ogni Regione fa quello che le pare. Doniamo AstraZeneca agli anziani del Nicaragua”

La decisione del comitato studentesco ha trovato l’appoggio della direttrice del Magdalen College, Dinah Rose. La stessa direttrice, però, ha ricordato che la decisione è stata approvata a da un gruppo di studenti che si occupa della sala di ritrovo in questione. Però la posizione del comitato, stando alle parole di Rose non rappresenta l’intero college. La direttrice ha concluso affermando: “Il Magdalen è fortemente in favore della libertà di espressione e del dibattito politico“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui