Covid, l’Rt resta stabile a 0,68: altre regioni entrano in zona bianca

0

Resta stabile la situazione Covid in Italia, con l’Rt che durante questa settimana resta stabile a 0,68: altre regioni entrano in zona bianca.

covid zona bianca
Tutti i dati sulla situazione pandemica nella penisola (via Getty Images)

La situazione Covid-19 in Italia migliora leggermente, con nuove regioni pronte a fare il loro ingresso in zona bianca. Infatti ad oggi tutte le regioni italiane fanno parte dello scenario a basso rischio, ad eccezione della Sardegna. Infatti l’Rt medio resta stabile allo 0,68. Inoltre con la media di Rt al di sotto dell’1, in Italia si prospetta uno scenario di tipo 1. Questo è quanto emerge dalla bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Il Vesuvio negato: “Niente servizi igienici, nessuna biglietteria, atti vandalici. I flussi turistici si stanno azzerando”

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha introdotto nuove regioni in zona bianca. Inoltre nel periodo 19 maggio-1 giugno, l’Rt si è attestato a 0,68 (range 0,67- 0,69). Rimane quindi stabile l’indice di contagio, in lieve decrescita rispetto alla scorsa settimana. Calano anche i nuovi contagi non associati a catene di trasmissione: 4.992 contro i 7.424 della settimana precedente. La percentuale in questa categoria scende da 40,3% contro 40,1% della scorsa settimana. Andiamo quindi a vedere tutti i dati riguardanti la pandemia.

Covid, anche Lombardia e Lazio in zona bianca: cala l’incidenza dei casi

Covid zona bianca
Cosa sta succedendo sulla penisola (Foto: Getty Images)

A permettere il miglioramento della curva pandemica ci sta pensando la campagna di vaccinazione di massa. Infatti continua il calo nell’incidenza settimanale. Ad oggi infatti si attesta a 26 casi per 100.000 abitanti nella settimana che va dal dal 31 maggio al 6 giugno. Nei sette giorni precedenti il valore era di 36 casi. L’incidenza dei casi in tutte le Regioni e province autonome si attesta sotto i 50 casi sotto i 100mila abitanti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Migranti, il Viminale conferma: quasi uno su cinque è un minore non accompagnato

Inoltre negli ultimi sette giorni, nessuna regione italiana supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Cala all’8% il tasso di occupazioni della terapia intensiva, con una diminuzione delle persone ricoverate da 1.033 a 688 unità. Scende ulteriormente anche il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale, con la situazione che continua a migliorare giorno dopo giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui