Amministrative, Locatelli (Lega) a iNews24: “Abbiamo dato prova di unità, nel centrodestra nessuna crisi”

Il responsabile degli enti locali della Lega, Stefano Locatelli, si dichiara soddisfatto per la scelta della candidatura del ticket “Michetti-Matone” per le elezioni amministrative nella Capitale: “È la scelta migliore per rappresentare i cittadini romani”. Sul candidato sindaco a Milano, non ancora definito dalla coalizione di centrodestra, l’esponente del Carroccio non ha dubbi: “La prossima settimana definiremo il tutto”

0
Stefano Locatelli (Da Facebook)

Per quanto riguarda le elezioni amministrative, almeno su Roma, finalmente la coalizione di centrodestra è riuscita a trovare una quadra, presentando la candidatura del ticket “Michetti-Matone”. Una soluzione che era attesa, ma non così scontata, visti anche i continui rinvii.

“Era quello che dicevamo dall’inizio, semplicemente c’è voluto del tempo perché avevamo molti nomi validi da dover valutare insieme, ma alla fine abbiamo scelto i candidati migliori per poter rappresentare i cittadini romani. L’idea del ticket nasce proprio dal fatto che siamo convinti di poter continuare  a lavorare insieme per il bene di Roma. Abbiamo dato prova di unità e responsabilità anche durante gli incontri interlocutori, quindi in realtà non c’è stata nessuna crisi o tensione di alcun genere”

Per qualcuno però la candidatura di Michetti a Roma equivale ad una vittoria della Meloni.

“Io credo che l’importante sia, innanzitutto, correre insieme. Non è una questione che si può ridurre a ‘se ha vinto Meloni oppure Salvini’, perché quando si sta in una coalizione l‘importante è far vincere la squadra, e questa a me sembra obiettivamente una vittoria di tutti, che andrà poi confermata quando i cittadini saranno chiamati a votare”

Il centrodestra e la scelta dei candidati per le amministrative

Caso Gregoretti Salvini
Meloni e Salvini (Getty Images)

E a Milano invece? Ora, in teoria, spetterebbe alla Lega esprimere il candidato sindaco.

“A breve si determinerà tutto, da qui a mercoledì ci saranno una serie di incontri e si valuteranno quelli che sono i profili migliori. Come ha già detto Matteo Salvini, la settimana prossima chiuderemo tutto”

Anche l’onorevole Maurizio Lupi, spinto soprattutto da Forza Italia, è uno di quei profili che la lega prenderebbe in considerazione?

“Salvini ha detto chiaramente che i nomi validi sono tanti, dobbiamo solo scegliere chi sarà in grado di rappresentare al meglio la coalizione. Abbiamo anche detto sin dall’inizio che per noi sarebbe meglio un candidato civico, ma sono tutti nodi che verranno sciolti a breve, nel mentre lavoriamo tutti insieme per il bene di Milano e dei milanesi

La proposta di federazione tra Lega e Forza Italia

Coronavirus Mes
Salvini e Berlusconi (via Getty Images)

Quanto, secondo lei, l’idea di una federazione tra Lega e Forza Italia sta realmente influenzando il dibattito interno alla coalizione sulle amministrative ?

“Zero, anche perché a parte i passaggi nazionali per le grandi città, i candidati vengono scelti sui territori e nulla viene imposto o calato dall’alto, quindi non vedo proprio come questa proposta potrebbe in qualche modo influenzare, in modo negativo, la scelta dei candidati. Un conto è se si parla di federazione a livello nazionale, per quanto riguarda dover collaborare in Parlamento o in Europa, ma lavorare sul territorio è un’altra cosa, e infatti nonostante le differenze tra i partiti, noi già collaboriamo e, soprattutto, amministriamo insieme

A proposito di territori, lei, proprio in virtù del suo ruolo di responsabile degli enti locali, è molto vicino alle realtà di base. Dunque, al di fuori delle prese di posizione dei vertici nazionali, qual è stata davvero la reazione del territorio alla proposta di federazione di Salvini?

Non c’è stato nessuno stupore, perché è proprio dai territori che spesso viene l’esigenza di dire: “se stiamo in maggioranza insieme, allora è giusto che ci sia anche una voce più unitaria”. La federazione viene vista in modo positivo, anche perché non si tratterebbe né di far sparire la Lega, né di creare un nuovo partito, ma solo di ufficializzare il lavoro che già da tempo portiamo avanti insieme

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui