Vaccino Covid, gli Usa donano 500 milioni di dosi Pfizer al mondo: il piano

0

Vaccino Covid, gli Usa donano 500 milioni di dosi Pfizer al mondo: il piano di Biden per le aree meno sviluppate verrà annunciato nel prossimo G7

Pfizer
Vaccino Covid, gli Usa donano 500 milioni di dosi Pfizer al resto del mondo (foto: Getty)

La campagna di vaccinazione contro il Covid-19 prosegue nel migliore dei modi negli Stati Uniti. Entro la fine di luglio dovrebbe essere raggiunta l’immunità di gregge all’interno del territorio nazionale, tanto da potersi poi concentrare nell’aiuto degli altri Paesi. Secondo quanto stabilito dall’amministrazione Biden, nel corso dei prossimi mesi gli Usa metteranno a disposizione delle aree più disagiate del mondo ben 500 milioni di dosi di vaccino Pfizer.

Il presidente Biden dovrebbe annunciare il piano nel vertice del G7 che si terrà in questi giorni in Cornovaglia, nel Regno Unito. A riferirlo sono stati i giornalisti del Washington Post.

Al numero uno della Casa Bianca è stato chiesto mentre saliva a bordo dell’Air Force One se avesse una strategia di vaccinazione per il mondo. “Ne ho una e l’annuncerò presto”, ha risposto brevemente.

LEGGI ANCHE >>> Richiamo vaccino, Figliuolo: “Ok a seconda dose in vacanza”

LEGGI ANCHE >>> El Salvador, il Bitcoin diventa valuta legale: è il primo paese al mondo

Vaccino Covid, gli Usa donano 500 milioni di dosi Pfizer al mondo: Biden lo annuncerà nel G7

Joe Biden
Vaccino Covid, gli Usa donano 500 milioni di dosi Pfizer al mondo: il piano di Biden (Foto: Getty)

Secondo il New York Times, gli Stati Uniti pagheranno prezzi “non-profit” a Pfizer e BioNTech per le forniture dei vaccini, con 200 milioni di dosi da distribuire quest’anno e 300 milioni entro la metà del prossimo anno.

Le dosi del siero anti-Covid verranno acquistate direttamente dal governo americano e poi donate a 92 paesi a basso reddito, compresa l’Unione africana.

Il tema delle differenti velocità di immunizzazione nelle varie aree del mondo è proprio uno degli argomenti in agenda nel G7. Per arrivare ad una copertura globale, prevenendo la nascita di nuove varianti, gli esperti ricordano che bisogna omogeneizzare il più possibile la distribuzione dei farmaci.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che saranno necessarie 11 miliardi di dosi per vaccinare il mondo intero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui