Massimo Ferrero, rivelazione choc: mondo del calcio sorpreso

0

Il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero, è stato ospite della trasmissione “In barba a tutto”, in onda su Rai Tre. Le sue dichiarazioni .

Massimo Ferrero si è raccontato ai microfoni di “In barba a tutto”, programma in onda su RaiTre e molto seguito dal pubblico. Il conduttore, Luca Barbareschi, nel corso dello show intervista i suoi ospiti all’insegna del buon umore, tra rubriche e momenti di intrattenimento musicale. Ogni puntata è suddivisa in tre grandi temi e, in ognuno di questi spazi ci sono monologhi, contributi video e un ospite.

L’ospite dell’ultima puntata è stato appunto Massimo Ferrero che ha parlato di fortuna e di quanta ne serva nella vita. “La fortuna per me è un ingrediente non importante, di più. Anche in una partita: perdi 2-0 poi quello si sbaglia, fa autogol, fai il 2-1, poi il 2-2 e va a casa con tre pallini ed è finito.

La fortuna è essenziale, io sono nato fortunato. Io mi sono divertito, sono un miracolato. Come dici tu sono un uomo fortunato. Ho 70 anni e mi rode pure il culo. Se devo dire la verità rifarei tutto perché su certe cose che ho fatto non ci ho capito niente. Penso ai trascorsi e guardo avanti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>> Valentino Rossi, annuncio choc: “Ritiro immediato durante la pausa estiva”

Massimo Ferrero, rivelazione choc: “Ho preso tanti schiaffi”

Dopo la parentesi sulla fortuna, Massimo Ferrero parla di un tema delicato, quello che riguarda il suo passato in carcere. “Ho fatto sei mesi in carcere la prima volta, poi altri due mesi la seconda volta. Lì sono stato sfigato. Io non ho fatto niente, si sono sbagliati. Entro in questo penitenziario dove c’era una rivolta in corso e mi sono buttato in mezzo. Come un cretino, ho preso solo schiaffi. Lì non sono stato fortunato”.

Dopo le rivelazioni sul suo passato dietro le sbarre come potevano mancare i racconti sull’incontro con Fidel Castro e con il Papa? “Eravamo a Cuba, nell’Havana. Abbiamo inaugurato le brigidine e abbiamo organizzato anche il viaggio del Papa. Un’emozione forte incontrarlo. Lì sono stato miracolato, non è stata una roba che puoi fare tutti i giorni nella vita. Sono stato fortunato, ho conosciuto veramente questi grandi personaggi del mondo che mi hanno voluto bene, anche se per dieci minuti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui