Congo, morte Attanasio e Iacovacci: indagato funzionario del Pam

0

C’è un indagato nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sulla morte dell’ambasciatore Attanasio ed il carabiniere Iacovacci

Congo, morte Attanasio e Iacovacci
Attacco in Congo (Pixabay)

Spunta un indagato nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma sulla morte dell’ambasciatore Luca Attanasio e l’uomo della sua scorta, il carabinieri Vittorio Iacovacci. I due furono uccisi nel Congo orientale a Goma, in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite lo scorso 22 febbraio.

Si tratta di un funzionario del Programma alimentare mondiale (Pam) ascoltato dalla procura di Roma nelle scorse settimane. L’uomo in questione è stato accusato di omesse cautele in relazione al duplice omicidio. Per quanto concerne invece il reato di tentativo di sequestro di persona, al momento non risultano esserci indagati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO>>> Roma, sequestrata e abusata per due anni: arrestati il fidanzato ed un compagno

L’attacco al convoglio delle Nazioni Unite in Congo: la ricostruzione degli inquirenti

Congo, morte Attanasio e Iacovacci
Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in Congo (foto: Facebook)

Stando alla ricostruzione degli inquirenti che hanno affidato gli accertamenti del caso ai carabinieri del Ros, Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci sono morti nel corso di un conflitto a fuoco. I sequestratori erano armati di kalashnikov e macete.

LEGGI QUESTO ARTICOLO>>> Denise Pipitone, nuova lettera anonima: “Voglio la verità”

Le due vittime furono prelevate dalla banda e portate nella foresta. Dopo aver percorso circa un chilometro è partito il conflitto a fuoco. Nel corso della sparatoria Vittorio Iacovacci tentò di allontanare Attanasio, ma i due furono entrambi raggiunti dai proiettili.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui