Twitter bandito ufficialmente in un Paese: è arrivato l’annuncio!

0

Un Paese ha deciso di bandire ufficialmente Twitter. L’aspetto curioso è che l’annuncio è arrivato sulla piattaforma stessa

Twitter a pagamento
Twitter bandito ufficialmente in un Paese africano (Foto: Getty)

Una decisione presa nell’arco di poche ore e che è già diventata ufficiale: Twitter è stato bandito in Nigeria. Una notizia che ha dell’incredibile, considerando i risvolti che ci sono stati nei giorni antecedenti al comunicato. Lo scorso mercoledì, il presidente Muhammadu Buhari è stato bloccato per 12 ore e gli è stato rimosso un post in particolare.

Stando a quanto emerso, pare che con un tweet il leader del Paese africano abbia violato le politiche del social network. In parole povere, si trattava di un annuncio di rappresaglie da parte del Governo contro i secessionisti. La mossa di Twitter ha spinto il governo a procedere nel modo più drastico possibile: col blocco totale per i cittadini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, due super novità per conquistare nuovi abbonati: che sorpresa!

Twitter bandito in Nigeria: la reazione del popolo

Inutile dire che la decisione presa da parte della Nigeria sta facendo parecchio discutere. A seguito dell’ultimo blocco di 12 ore inferto al presidente Muhammadu Buhari, il governo nazionale ha deciso di sospendere Twitter per tutti i cittadini. “Il Governo Federale ha sospeso, a tempo indeterminato, tutte le operazioni del servizio di microblogging e social network Twitter in Nigeria” ha scritto l’ufficio stampa del presidente, paradossalmente proprio sulla piattaforma in questione.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, nuove minacce per tutti gli utenti: torna l’incubo

Il popolo nigeriano non ha ovviamente accolto con piacere la decisione da parte del suo governo. È diventato subito virale il tweet “Grazie a Dio per le VPN“, che appunto indica come esistano servizi alternativi per aggirare il divieto e continuare ad utilizzare la piattaforma social.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui