Denise Pipitone, dichiarazione shock della guardia giurata – VIDEO

0

Nuovi sviluppi nella vicenda Denise Pipitone. La guardia giurata Felice Grieco giura di aver riconosciuto la donna che era con Danàs

Denise Pipitone
La bambina al momento della scomparsa (via WebSource)

Continua a far discutere il caso Denise Pipitone, con dichiarazioni e possibili nuovi indizi che si susseguono di giorno in giorno. Era esattamente l’11 ottobre 2004 – un mese dopo la scomparsa della bimba – quando la guardia giurata Felice Grieco vide a Milano una bimba che le somigliava.

A 17 anni di distanza da quel giorno, ora l’uomo ha dichiarato di aver riconosciuto la donna che era in compagnia della bambina, e che la chiamava Danàs. La sua testimonianza è andata in onda nel corso della puntata di Quarto Grado, durante la quale Grieco ha affermato di essere andato dai carabinieri a sporgere denuncia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, si riaccende la speranza: “Può tornare presto”

Denise Pipitone, la guardia giurata: “Ho riconosciuto la donna”

Nel corso dell’ultima puntata di Quarto Grado, la guardia giurata Felice Grieco ha raccontato nuovi possibili risvolti sul caso Denise Pipitone. “Qualche giorno fa ho ricevuto una segnalazione da parte di una signore che vuole rimanere anonima. Mi ha inviato il link di un articolo con delle foto segnaletiche. Tra queste, ho riconosciuto la donna di Milano che accompagnava la piccola Danàs” la rivelazione shock di Grieco: “È inconfondibile, fa parte del mio lavoro ricordare le facce“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Denise Pipitone, minacce a Chi l’ha visto: inviati aggrediti

I dubbi sono legati principalmente al fatto che sono passati tanti anni da quell’11 ottobre 2004.Ho subito segnalato a chi di dovere e ho formalizzato il riconoscimento. Speriamo di riuscire a risalire alla donna che compare nel video” ha poi concluso la guardia giurata. Possibili nuovi risvolti sul caso quindi, con aggiornamenti che arriveranno sicuramente nei prossimi giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui