Denise Pipitone, triste notizia: la confessione sul testimone a sorpresa

0

Denise Pipitone, triste notizia: arriva la confessione sul testimone a sorpresa che ha deciso di farsi vivo dopo 17 anni di silenzio

Forse è un modo per far calmare le acque e distogliere l’attenzione da una vicenda che sta diventando di nuovo molto mediatica. Ma oggi per tutti quelli che sperano finalmente di scoprire la verità sulla scomparsa di Denise Pipitone è arrivata una doccia fredda inattesa.

Denise Pipitone
La bambina al momento della scomparsa (via WebSource)

Giacomo Frazzitta, il legale di Piera Maggio (la mamma della piccola), ospite a ‘Storie Italiane’ su Rai Uno ha decisamente smentito le indiscrezioni dei giorni scorsi. Non è vero che nei giorni scorsi ha incontrato in gran segreto il nuovo testimone spuntato dal nulla e potenzialmente decisivo per fare chiarezza sugli attimi successivi alla sparizione di Denise.

Il legale conferma che quella persona, uomo o donna che sia, è rimasta anonima e non ci sono stati contatti. “Non è vero che l’ho incontrato, e comunque se l’avessi visto e lo dicessi, sarebbe gravissimo. Io l’attendo l’anonimo ma se rimane tale, vale zero… Parlate, venite in Procura, Non bisogna più avere paura dopo 17 anni, adesso basta”, ha spiegato ribadendo che lui e la famiglia continueranno a indagare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone news, parla la mamma: la svolta è vicina

Denise Pipitone era a Milano un mese dopo la sua scomparsa? I video con il presunto avvistamento

Ma nei giorni scorsi il mister è diventato ancora più fitto perché finalmente a ‘Quarto Grado‘ su Rete 4 sono stati mostrati i frammenti di alcuni video sul presunto avvistamento di Denise Pipitone a Milano sempre nel 2004, quasi un mese dopo la scomparsa della bimba.

Li ha girati Felice Grieco, una guardia giurata che aveva visto questa bambina di fronte ad una panetteria in un noto quartiere popolare della città. Si era ricordato del volto di Denise e gli sembrava davvero simile. Aveva provato a portarla dentro al negozio, per offrirle un pezzo di pizza, ma la donna che era con lei l’aveva subito richiamata portandola via.

(Instagram)

Poi l’uomo aveva inviato i filmati alla Procura che indagava sul caso e furono anche girati ai Ris di Messina. Questi ammisero l’elevata “compatibilità morfoscopica tra le immagini della bambina compresa nei videoclip registrati a Milano e le fotografie di Denise Pipitone”. Ma da allora a oggi, nessuna novità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui