Messina, madre e figlia impiccate: la donna lascia una lettera d’addio

0

Nella serata di ieri, a Messina, madre e figlia di 14 anni sono state ritrovate impiccate. Prima dell’insano gesto la donna ha lasciato una lettera d’addio.

Messina madre figlia
Tragico episodio nel messinese (Websource)

Tragedia a Messina dopo il ritrovamento di madre e figlia impiccate vicino a Santo Stefano di Camastra. Le forze dell’ordine hanno ritrovato i due corpi nei pressi del santuario del Letto Santo. A segnalare il tutto ai carabinieri ci ha pensato il marito della donna, con la Procura di Patti che ha fatto partire un’indagine. Infatti al momento non si esclude nessuna pista, compresa quella del omicidio-suicidio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Bassetti a iNews24: “Estate in zona bianca. Tra 20 giorni ospedali vuoti”

Il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, ha ricordato che al momento è prematuro fare delle ipotesi sulla tragica morte delle due donne. Intanto questa mattina è arrivata una prima svolta all’indagine, con la donna che avrebbe lasciato una lettera indirizzata al marito. Nel testo la donna ha raccontato di alcune difficoltà scrivendo anche che insieme a lei si è portata la giovanissima figlia.

Messina, madre e figlia impiccate: “La porto via con me”

Messina figlia madre
La lettera lasciata dalla donna al marito (Facebook)

Una lunga lettera lasciata dalla donna al marito, rafforza la strada dell’omicidio-suicidio. Infatti la donna ha annunciato la volontà di voler portare via la figlia, prima di farla finita. La ragazzina di 14 anni frequentava la terza media in una scuola di Santo Stefano di Camastra, nel messinese. I due corpi sono stati ritrovati senza vita intorno alle ore 20. Come raccontano gli inquirenti, l’uomo è scoppiato in lacrime una volta visti i due corpi senza vita. Stando alle parole del marito, negli ultimi tempi l’uomo stava vivendo una situazione tesa con la moglie, ma non avrebbe mai immaginato nel finale in tragedia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Costa: “Stiamo studiando come riaprire discoteche senza limiti”

Inoltre il marito della donna avrebbe raggiunto la casa in contrada a Letto Santo dopo le mancate risposte a telefono della donna. Proprio arrivato vicino all’abitazione avrebbe ritrovato i corpi, chiamando subito i carabinieri. Inoltre alcuni familiari della donna, su Facebook hanno ricordato che la donna negli ultimi mesi aveva litigato anche con le mamme di diverse compagne di scuola della figlia e che era una donna molto apprensiva. Così proseguono le indagini della Procura di Patti, che sta cercando di ricostruire quanto accaduto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui