Luca Ward, confessione incredibile: “Accaduto nella disperazione totale”

0

L’attore e doppiatore Luca Ward, in un’intervista rilasciata al settimanale Di Più, ha rilasciato una confessione incredibile

Luca Ward

Luca Ward, noto attore e doppiatore romano, si è raccontato nel corso di una lunga intervista ai microfoni del settimanale Di Più. L’uomo ha rivelato di aver visto la Madonna quando aveva 17 anni. L’evento mistico è avvenuto in un momento di forte dolore, ovvero dopo la morte del padre nel 1973 a causa di un aneurisma cerebrale.

“Dopo la morte di mio padre, in famiglia ci trovammo a vivere nel degrado assoluto, in un’indigenza tale da non sapere nemmeno che cosa mettere sulla tavola per cena. Tanto che di lì a breve ricevemmo anche lo sfratto esecutivo. Eravamo disperati, ci attaccavamo alla fede per non crollare. In quella disperazione totale una notte vidi il volto della Vergine Maria. Mi apparve per tre-quattro secondi in tutto”, ha ammesso. Niente paura però, il viso della Madonna era angelico. Ward ha addirittura spiegato che l’incontro gli trasmise una certa sicurezza. “In quel momento mi resi conto che mi invitava ad avere pazienza perché tutto si sarebbe sistemato nella nostra vita. E aveva ragione”

LEGGI ANCHE—> Valeria Marini, furiosa lite a Supervivientes: il motivo è imbarazzante

Luca Ward e l’incontro con l’ex moglie

Luca Ward (foto Instagram)

Luca Ward, poco tempo dopo l’evento di cui vi abbiamo raccontato, ha incontrato l’ex moglie Claudia Razzi, da cui si è separato nel 2004. Il padre della donna per lui è stato come un secondo padre. “Fu lui ad aiutarmi a maturare, facendomi da padre. Ero una testa calda a venti anni, un teppista. Claudio mi ha impartito regole precise, mi ha rimesso in carreggiata. Sono sempre stato convinto che qualcuno dall’alto ha guidato le mie scelte”, ha raccontato sempre ai microfoni di Di Più.

LEGGI ANCHE—> Beautiful, un’attrice è gravemente malata: di chi si tratta

Tornando al discorso legato alla fede, ha ammesso di credere in Dio ma di non essere un buon praticante non andando spesso a messa. Ciò non toglie che, quando ha l’occasione, entra in Chiesa per accendere un cero ai suoi genitori e per riservargli una preghiera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui