Denise Pipitone news, parla la mamma: la svolta è vicina

0

Denise Pipitone news, dopo le ultime indiscrezioni sul caso torna a parlare la  mamma: la svolta è vicina, la pazienza sta per pagare

Caso Pipitone, interviene il Pd
Piera Maggio (Twitter)

La lettera anonima che ha smosso le acque del caso legato a Denise Pipitone, scomparsa da quasi 17 anni, ha avuto l’effetto di far ripartire anche le indagini. Era tutto fermo, anche se la famiglia della bambina e i legali di Piera Maggio non hanno mai smesso di cercarla e di battere ogni tipo di pista.

Oggi però soffia un vento nuovo, soprattutto in Procura, perché quanto era contenuto nella missiva inviata sia all’avvocato Frazzitta che a ‘Chi l’ha visto?’ e alla Procura sembra avere riscontro. Toccherà agli inquirenti verificare tutto, anche se certi elementi hanno riportato l’attenzione su per4sone concrete.

E Piera Maggio oggi con un post ha fatto sapere a tutti di essere felice che il caso non sia stato dimenticato e che tante persone abbiano voglia di impegnarsi seriamente alla ricerca della verità. Una una parola, ‘pazienza‘, che è stato il suo mantra in tutto questi anni per non dimenticare ma anche per non farsi ignorare dalle istituzioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, esce allo scoperto: siamo giunti alla verità?

Denise Pipitone news, cosa ha raccontato il testimone misterioso: nei prossimi giorni una svolta?

Secondo quanto è trapelato nelle ultime ore, l’avvocato Frazzitta avrebbe incontrato lontano da tutto e tutti il testimone spuntato da nulla. Lui, perché si tratta di un uomo, avrebbe ribadito di avere visto la bimba poco prima che sparisse nel nulla ed era in macchina con tre persone. Lui avrebbe affiancato l’auto nella quale era stata caricata e comunque racconterà tutto anche in procura se e quando sarà convocato

Denise Pipitone
La bambina al momento della scomparsa (WebSource)

Ieri intanto a ‘Pomeriggio Cinque’, la criminologa Anna Vagli ha fatto il punto sull’indagine. Secondo lei il testimone avrebbe fatto nomi e cognomi delle tre persone, molto probabilmente tutto uomini, che quel giorno erano nella stessa auto con la piccola Denise.

Si tratterebbe di persone già conosciute e per questo il testimone in tutti questi anni sarebbe rimasto in silenzio. “Potrebbero scattare anche gli arresti, secondo quanto detto dalla pm Angioni. Siamo vicini”. ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui