Valentino Rossi distrutto dalla notizia: “É stato devastante”

0

Valentino Rossi distrutto dalla notizia che è arrivata improvvisa e inattesa alla vigilia del GP d’Italia al Mugello. Il campione non capisce

(Getty Images)

C’è sconforto in molti tifosi nerazzurri che hanno potuto godersi poco la festa scudetto perché sono passati solo tre giorni prima dell’addio di Antonio Conte che segna già la fine del ciclo. A questo si aggiungono anche le difficoltà economiche della società e il futuro è un’incognita che preoccupa tutti, anche i Vip come Valentino Rossi.

Alla vigilia delle prime Libere sulla pista del Mugello per il GP d’Italia, il ‘Dottore’ ha espresso tutta la sua perplessità intervistato da Sky Sport: “È stato devastante, non me l’aspettavo davvero anche se il calcio ha dinamiche diverse dalla MotoGP. Nel nostro sport quando vinci non vai via, al massimo vai via quando non vinci. Ma mi ha ricordato Mourinho, che dopo la vittoria della Champions è andato via sulla macchina del presidente del Real Madrid. Non riusciamo a goderci i bei momenti”.

Rossi si è augurato che arrivi un altro allenatore di peso e l’annuncio in effetti è vicino. Questa sera infatti la Lazio ha confermato che l’addio di Simone Inzaghi è ufficiale, anche se solo fino a qualche ora fa sembrava molto più vicino l’accordo per un prolungamento triennale. Quindi è solo una questione di accordo e firma, poi arriverà l’annuncio.

(Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Inter, ufficiale l’addio di Conte: scelto il sostituto

Valentino Rossi distrutto, ma pensa già al Gran Premio d’Italia al Mugello: ecco fino a quando correrà

Il primo pensiero di Rossi in questo momento però non è l’Inter ma la MotoGP. Nell’intervista ha ammesso che continuerà a correre solo fino a quando si divertirà in pista, anche perché al momento non gli succede spesso. Ma meno male che arriva il Mugello, una delle piste storiche e con un”adrenalina speciale.

E ha ricordato la sua ultima pole, nel 2018: “Quel giro me lo sono davvero goduto dopo le qualifiche. Difficile vivere il Mugello così, senza la gente che fa casino, ma le sensazioni quando sei in pista restano comunque impagabili. Senza pubblico questa è la gara che perde di più, perché qui vedi e senti i tifosi quando sei in pista”.

(Getty Images)

Rossi in crisi? Lui non si tira indietro e spiega che con l’evoluzione delle gomme è anche cambiato il modo di guidare e lui non so sta trovando benissimo ma non ha vogli di mollare. nelle ultime uscite, specie a Le Mans, è andata un po’ meglio e riprenderà da lì. Il futuro però sarà con il Team Aramco V4R6 in MotoGP, perché lavorare con i ragazzi che ha cresciuto negli ultimi anni è bellissimo. Ma ammette sorridendo che forse non farà il team manager: “In realtà a me non piace lavorare. Quindi non contate su di me, perché mi sa che qui ci sarà da lavorare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui