Covid, fondazione Gimbe: “-71% ricoveri e -65% terapie intensive”

0

Dati molto confortanti quelli che arrivano dall’ultimo report della Fondazione Gimbe sul Covid in Italia. Ecco tutti i dettagli

covid gimbe
Covid, gli ultimi dati aggiornati della Fondazione Gimbe (Foto: Getty)

È stato pubblicato poco fa il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe, che si è concentrato sull’andamento del Covid nella settimana 19-25 maggio. I nuovi casi sono diminuiti del 29,5%, mentre i decessi del 17,4%. Migliora la situazione anche negli ospedali, dove i ricoveri con sintomi sono scesi del 25,8% e le terapie intensive del 21,7%

Per la decima settimana consecutiva, continuano a scendere i nuovi casi settimanali, insieme alla circolazione del virus e alla riduzione del rapporto positivi rispetto ai casi testati” ha spiegato Nino Cartabellotta, il presidente della Fondazione Gimbe. In generale, su tutto il territorio nazionale si conferma il trend in riduzione. In Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Molise, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Umbria e Veneto l’incidenza è inoltre inferiore ai 50 casi per 100.000 abitanti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Zaia: “Prepariamo campagna per terza dose”

Covid, fondazione Gimbe: “Rispetto ad aprile, numeri in forte calo”

Gimbe
Numeri molto confortanti sia per ciò che riguarda i nuovi casi che i ricoveri in tutta Italia (Foto: Getty)

Ma i dati più eloquenti sono quelli che emergono dal paragone col picco del 6 aprile scorso. Stando a quanto raccolto dalla fondazione Gimbe, negli ultimi 50 giorni i posti letto occupati in area medica sono scesi da 29.337 a 8.557, con un calo del 70,8%. Numeri confortanti anche per le terapie intensive, oggi occupate da 1.323 pazienti e con un calo del 64,7%. 

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Zona bianca, niente coprifuoco e obbligo di mascherina: tutte le regole

Questi numeri confortanti relativi al Covid in Italia sono merito delle coperture vaccinali nelle classi di età più avanzate. Quella delle persone in isolamento domiciliare, in media giovani, cala più lentamente” ha sottolineato il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui