Covid, svolta in California: dal 15 giugno stop al distanziamento sociale

0

Covid, svolta in California: dal 15 giugno stop al distanziamento sociale. In uno dei principali Stati Usa il ritorno alla normalità sarà definitivo da questa estate

California Covid
Covid, svolta in California: dal 15 giugno stop al distanziamento sociale (Foto: Getty)

Un passo importante verso il ritorno alla normalità. Così l’ha definito il Dr. Mark Ghaly, segretario della California Health and Human Services, annunciando lo stop al distanziamento sociale a partire dal prossimo 15 giugno. Le imprese potranno tornare a lavorare quindi al massimo delle proprie capacità e gli stadi si potranno nuovamente riempire senza limitazioni. La riduzione massiccia dei contagi e la campagna vaccinale condotta a gonfie vele, ha permesso al massimo organismo sanitario dello Stato di procedere con una mossa storica dall’inizio della pandemia. In California sono state somministrate fino ad ora ben 35,5 milioni di dosi (sui 40 milioni di abitanti in totale), con oltre i tre quarti degli over 65 già immunizzati.

Di conseguenza, lo Stato potrà eliminare il sistema di limitazioni divise per fasce di colori in vigore nell’ultimo anno.

LEGGI ANCHE >>> Covid, sottosegretario alla Salute: “Ad agosto via la mascherina”

LEGGI ANCHE >>> Covid Italia, dalla zona gialla alla zona bianca: cosa succede a giugno

Covid, svolta in California: dal 15 giugno stop al distanziamento sociale, a breve via anche le mascherine

Stop distanziamento California
Covid, svolta in California: dal 15 giugno stop al distanziamento sociale (Foto: Getty)

I limiti al numero di persone che possono essere all’interno delle aziende in qualsiasi momento scompariranno, ha affermato, e “non ci saranno più restrizioni anche per tutte le attività commerciali”. 

Ciò non significa eliminare del tutto anche l’uso delle maschere, ha sottolineato il Dr. Ghaly, che si atterrà a quelle che sono le linee guida a livello nazionale. Da Washington fanno sapere che a metà del prossimo mese verranno prese decisioni anche sulle coperture del viso, non necessarie all’aperto e nei luoghi frequentati da persone completamente vaccinate. Dovrebbe quindi restare in vigore l’obbligo di mascherina solo su aerei, autobus, ospedali e carceri.

Per ora resterà obbligatorio anche in California la verifica del vaccino o il tampone negativo effettuato entro 72 ore per partecipare agli eventi indoor con più di 5.000 spettatori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui