Assegno unico, importanti novità in vista: i cambiamenti

0

Novità per quanto riguarda l’assegno unico universale del 2021: ad annunciarle il ministro del Lavoro, Andrea Orlando

Bonus stagionali
Bonus stagionali

C’è un’importante novità per quel che riguarda l’assegno unico universale per i figli. L’agevolazione resta pressoché uguale, ma cambieranno alcuni requisiti e parametri Isee e varrà anche per i minori in affidamento. A spiegare i cambiamenti è stato il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, nel corso del questione time alla Camera.

“Presupposto dell’affidamento è la temporanea privazione di un ambiente familiare idoneo. L’istituto va a sostenere ed aiutare la famiglia di origine, la quale trova garanzia all’art. 30 Cost., che prevede il dovere e diritto dei genitori a mantenere, istruire e educare i figli e, nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti”, ha sottolineato il ministro.

LEGGI ANCHE—> Covid, sottosegretario alla Salute: “Ad agosto via la mascherina”

Assegno unico, breve ricapitolazione: importo e requisiti

Contributo bonus
soldi euro (via Pixabay)

L’assegno unico, come già annunciato, partirà a luglio. Esso consiste in una retta mensile alle famiglie con almeno un figlio a carico fino ai 21 anni d’età. L’assegno può avere un valore massimo di 250 euro, il quale viene stabilito in base all’Isee. Il beneficio è destinato ai dipendenti, agli autonomi o gli incapienti. A farne richiesta possono essere anche le madri dal settimo mese di gravidanza.

LEGGI ANCHE—> Bonus affitto studenti, requisiti e funzionamento: tutti i dettagli

A partire dai 18 anni di età, una parte ridotta dell’assegno potrebbe essere accreditata al figlio in alcuni casi. Se è iscritto all’università, se tirocinante, se iscritto ad un corso professionale, se adempie ai compiti del servizio civile o con un lavoro a basso reddito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui