Vaccino Covid, nel Regno Unito partono i test per terza dose: a cosa serve

0

In Gran Bretagna inizia la sperimentazioni per la terza dose di vaccino Covid. Il terzo richiamo servirà per proteggere dalle varianti: tutti i dettagli.

Vaccino Covid terza dose
Inizia la sperimentazione per il secondo richiamo (via Getty Images)

La Gran Bretagna è il primo paese che sta lentamente tornando alla normalità grazie ad una grande campagna di vaccinazione. Il paese di Boris Johnson, adesso, si offrirà volontario nel verificare l’efficacia della terza dose di vaccino Covid-19. Infatti stando agli studi questa dose servirà a proteggere contro tutte le varianti presenti al mondo, a differenza dei primi sieri approvati.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Speranza: “A fine maggio ok Ema a Pfizer per 12-15 anni”

Il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, ha annunciato la sperimentazione su larga scala. In caso di successo, il Regno Unito riuscirà a mettere un altro freno alla diffusione del Covid-19, garantendo nuove riaperture in sicurezza. Dopo un briefing a Downing Street, Hancock ha deciso che tutti e sette i vaccini ordinanti dalla Gran Bretagna saranno tarati sulle varianti conosciute nel mondo.

Vaccino Covid, la terza dose verrà sperimentata su persone in età lavorativa ed Over 75

Vaccino Covid terza dose
I dettagli riguardanti la sperimentazione (Foto: Getty Images)

Matt Hancock ha spiegato tutti i dettagli riguardanti la terza dose. Infatti la somministrazione avverrà sui cittadini in età lavorativa e sugli Over 75. Nei giorni dopo l’iniezione i ricercatori cercheranno di valutare effetti collaterali e risposte immunitarie. Inoltre la sperimentazione è fortemente sponsorizzata dal Governo. Infatti i vertici britannici stanno esortando i cittadini a a prendere parte alla somministrazione della terza dose.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coprifuoco, da oggi alle 23: zona bianca per diverse regioni

Dopo la sperimentazione, il Governo del Regno Unito deciderà se consegnare o meno la terza dose in autunno. L’auspicio di Hancock è che si presentino migliaia di persone per il secondo richiamo, in modo da avere dati più precisi riguardo l’efficacia. Ad oggi la Gran Bretagna ha somministrato 56,7 milioni di prime dosi (su 66 milioni di abitanti), mentre ben 20,5 milioni di cittadini (30,8% della popolazione) hanno completato il ciclo vaccinale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui