Gaza, continua l’offensiva d’Israele: razzi e raid nella notte

0

Non si ferma il fuoco nella striscia di Gaza, con Israele che continua la sua offensiva. Le forze militari israeliane attaccano la rete tunnel di Hamas.

Gaza Israele
Non cessa il fuoco tra Israele e Palestina (via Getty Images)

Altra notte di fuoco nella striscia di Gaza, con le forze militari d’Israele che hanno attaccato alcuni tunnel obiettivi di Hamas. Dalla striscia Hamas ha risposto con 80 razzi tra le 19 di sera e le 7 di mattina. Dieci di questi razzi, infatti, sono caduti all’interno dell’enclave palestinese, come spiegano le forze di governo israeliane.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, nel Regno Unito partono i test per terza dose: a cosa serve

Le forze di difesa di Netanyahu hanno comunicato che il 90% dei razzi diretti verso aree popolate sono stati intercettati. Il tutto grazie al sistema di difesa Iron Dome. Il ‘Times of Israel’ ha invece ribadito che l’Idf ha continuato i suoi attacchi contro Hamas. Nel mirino altri tunnel obiettivi dell’organizzazione palestinese. Gaza ha quindi risposto con un ultimo razzo verso la città di Kiryat Malachi, senza riportare feriti.

Gaza, ancora scontro a fuoco con Israele: gli Usa lavorano per la de-escalation

Scontri Gaza
Gaza, Netanyahu: “Hamas sarà colpita fino a quando non tonerà la calma” (Foto: Getty)

Intanto gli Usa nonostante continuino a difendere il ‘diritto’ di Israele nel difendersi, lavorano alla de-escalation delle violenze. Dopo le parole del presidente Usa Joe Biden, sono arrivate anche quelle del Segretario di Stato, Anthony Blinken. Infatti il Segretario ha avuto un colloquio con il ministro degli Esteri israeliano Gabi Ashkenazi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Speranza: “A fine maggio ok Ema a Pfizer per 12-15 anni”

Blinken ha espresso la volontà di porre fine ad un conflitto che ha causato la morte anche di civili israeliani e palestinesi, compresi i bambini. Quindi i diplomatici statunitensi stanno lavorando per la de-escalation delle violenze, anche dopo che Netanyahu ha declinato l’invito al cessate al fuoco. Intanto però continuano i lanci di razzi e bombardamenti tra i due paesi, che ogni giorno provocano decide di morti tra civili innocenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui