Sicilia, scoperti a Palermo 18 truffatori dei buoni spesa: denunciati

I controlli eseguiti dalla guardia di finanza hanno portato all’individuazione di 18 furbetti dei buoni spesa già percettori di altri sostegni economici

Sicilia, scoperti a Palermo 18 truffatori dei buoni spesa
Scoperti dalla Guardia di Finanza 18 truffatori dei buoni spesa (Gettyimages)

Un’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Corleone a Bisacquino (Palermo) ha portato alla denuncia di 18 soggetti percettori di buoni spesa con falsa documentazione ai danni dello Stato.

Questi presentavano autocertificazioni redatte dal Comune, incomplete e dichiarando di trovarsi nelle condizioni previste ed elencate nell’avviso pubblico, accedendo in questo modo al beneficio socio-assistenziale.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE QUESTO ARTICOLO>>> Streaming illegale, colpo della polizia postale: stop a 80% di utenti

Denunciati 18 furbetti dei buoni spesa: il Comune dovrà recuperare le somme erogate

Sicilia, scoperti a Palermo 18 truffatori dei buoni spesa
Scoperti dalla Guardia di Finanza 18 truffatori dei buoni spesa (Foto: Facebook)

I controlli eseguiti dai Finanzieri di Palermo (Sicilia) hanno evidenziato che i furbetti dei buoni spesa erano già percettori di altri sostegni economici. Pertanto le autocertificazioni presentate erano prive dei requisiti idonei per erogare tale contributo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Sicilia, da lunedì in zona gialla: l’annuncio del governatore Musumeci

I 18 furbetti sono stati segnalati al Comune di Bisacquino per la decadenza dell’ammissione ai benefici richiesti e per il recupero delle somme già erogate. Sarà dunque compito del Comune recuperare le somme che ammontano a 3.550 euro più le sanzioni (10.650 euro). Inoltre i 18 soggetti sono stati denunciati per reato di indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato.