Silvio Berlusconi come sta? Gli aggiornamenti dal San Raffaele

0

Silvio Berlusconi come sta? L’ex premier è ancora ricoverato al San Raffaele e per tutta la giornata si sono rincorse le voci

Coronavirus Berlusconi
Silvio Berlusconi come sta? (Getty Images)

Una situazione preoccupante. No, invece sta meglio ed è pronto per tornare a casa. Per tutto il giorno le voci sulla salute di Silvio Berlusconi, nuovamente ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano, hanno alimentato ogni genere di illazione in mancanza di un comunicato ufficiale.

Sicuramente da martedì scorso l’ex premier è ricoverato per una serie di accertamenti dovuti ai postumi del Covid-19. E il perdurare della degenza ha scatenato le illazioni anche se in giornata sono arrivate notizie più rassicuranti. Berlusconi ha telefonato a Matteo Salvini subito dopo la sua assoluzione per il ‘caso Gregoretti’ a Catania. “Non sta benissimo, ma ne uscirà”, ha detto il segretario della Lega.

L’ex premier, come anticipa l’Adnkronos, potrebbe essere dimesso domani mattina (15 maggio). In realtà però la senatrice Licia Ronzulli (Forza Italia) spiega che le dimissioni arriveranno nei prossimi giorni perché gli effetti dell’infiammazione perdurano, anche se secondo lei il tempo dei ‘coccodrilli’ per ricordarlo è ancora lontano. Con Berlsuconi ha parlato nelle ultime ore anche Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia e pure lui conferma che sta meglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Berlusconi nuovamente ricoverato al San Raffaele: le sue condizioni

Silvio Berlusconi, negli ultimi 12 mesi diversi problemi di salute e ricoveri

berlusconi ricoverato
Silvio Berlusconi nuovamente ricoverato al San Raffaele di Milano (Getty images)

Gli ultimi 12 mesi di Silvio Berlusconi sono stati segnati da diversi problemi di salute e questa infezione intestinale, forse conseguenza diretta del Covid-19, è solo l’ultimo capitolo. Era tornato in ospedale martedì di prima mattina dopo esche ne era uscito il primo maggio.

Una degenza durata 25 giorni per alcuni sintomi come dolori alle articolazioni, tachicardia, debolezza, affanno e difficoltà del linguaggio. Tutti sintomi che solitamente colpiscono chi è guarito dalla pandemia ma ha subito una carica virale elevata. E la portata di questa carica era stata confermata anche dal professor Zangrillo che lo ha in cura.

Lo scorso gennaio l’ex premier era stato ricoverato al Centro cardio toracico del Principato di Monaco per accertamenti di routine dopo un’aritmia. Un’altra eredità del Covid che lo aveva colpito lo scorso settembre? nessuno lo ha mai confermato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui