Covid, Figliuolo conferma: “A luglio vaccinato il 60% degli italiani”

0

Nuova proiezione del commissario Figliuolo sulle vaccinazioni contro il Covid-19. Lunedì partiranno le prenotazioni per gli Over 40: svolta a luglio.

Covid Figliuolo
Le parole del commissario straordinario sulle somministrazioni (Foto: Getty Images)

Nuova svolta nelle vaccinazioni da lunedì, con l’Italia che apre alle prenotazioni per gli Over 40. A confermarlo è il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, pronto a dare una nuova svolta nelle somministrazioni del vaccino anti-Covid. Una vera e propria svolta arriverà a partire da giugno, quando l’Italia riceverà 20 milioni di vaccini con il paese che dovrebbe aprire alla vaccinazione libera per ogni fascia d’età.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Studentessa vaccinata con 4 dosi, Pregliasco a iNews24: “Casi simili in Germania, tutto andrà per il meglio”

Il commissario straordinario, durante un ospitata al programma di ‘Diritto e Rovescio‘, ha ricordato come la fascia di popolazione più debole (over 80) sia stato messa in sicurezza. Figliuolo è sicuro che entro luglio il paese avrà il 60% di cittadini vaccinati. Mentre invece è settembre il mese in cui il paese conta di chiudere la campagna vaccinale. Andiamo quindi a vedere qual è il nuovo target da vaccinare per il generale.

Covid, Figliuolo: “A giugno parte la vaccinazione per le aziende”

vaccini covid figliuolo
L’aggiornamento da parte del Commissario straordinario (via Getty Images)

Il prossimo obiettivo dell’Italia è vaccinare anche i dipendenti dell’aziende, per garantire una ripartenza in sicurezza dell’intero settore. Francesco Paolo Figliuolo è pronto a ridare fiducia al vaccino di AstraZeneca, ricordando come il siero anglo-svedese sia indispensabile. Inoltre il commissario dopo aver raggiunto le 500mila somministrazioni giornaliere, punta ad una nuova accelerata. Questo però non esclude dei punti morti durante la campagna vaccinale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Fondazione Gimbe: “Dimezzati i ricoveri e decessi in calo”

Per il commissario straordinario il mese di maggio sarà di transizione ed il ritardo accumulato durante questo mese sarà recuperato a giugno. L’Italia, durante il sesto mese dell’anno, dovrà ricevere 23-24 milioni di dosi, con Figliuolo pronto a non sprecarne nemmeno una. Intanto il paese ha raggiunto quota 25.912.621 somministrazioni e ben 8.070.376 cittadini (13,62% della popolazione) che hanno completato il ciclo vaccinale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui