Contributi artigiani e commercianti, prorogata la scadenza dei versamenti

0

La scadenza per i versamenti dei contributi INPS per artigiani e commercianti è stata prorogata ulteriormente: la nuova data

Inps Bonifico
La testimonianza di Niccolò, ristoratore italiano (Getty Images)

L’INPS ha reso nota la proroga della scadenza per il pagamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali per artigiani ed esercenti di attività commerciali. Si passa dunque dal 17 maggio 2021 al 20 agosto 2021 al pagamento della prima e della seconda rata. Il 16 novembre ed il 16 febbraio prossimi le restanti due per il completamento dei contributi dovuti sul minimale di reddito. Il Ministero del Lavoro ha dato il nulla osta allo slittamento in modo da limitare i danni causati dall’emergenza dell’epidemia da Covid-19.

LEGGI ANCHE—> Bonus mamma domani 2021: come funziona e chi ne ha diritto

Contributi, anno bianco parziale: i requisiti per l’esonero

Decreto Ristori
Tutte le categorie esentate dal pagamento delle tasse (Getty Images)

Andrea Orlando, ministro del Lavoro, ha firmato il decreto interministeriale per permettere ai lavoratori di ricevere un esonero parziale dei contributi. L’agevolazione, già prevista dalla Legge di Bilancio 2021, riguarda i versamenti (esclusa l’INAIL) che scadono il 31 dicembre di quest’anno. L’incentivo è destinato a commercianti, artigiani e professionisti della gestione separata.

LEGGI ANCHE—> Contributi autonomi e professionisti, bella notizia in arrivo: cosa succede

I requisiti per ottenere l’esonero parziale sono l’aver percepito, nell’anno d’imposta 2019, un reddito inferiore a 50.000 euro ed aver subito un calo di fatturato nel 2020, rispetto al 2019, non inferiore al 33%.

I soggetti che hanno avviato le attività nel 2020 riceveranno l’agevolazione anche senza i requisiti generali di cui si ha bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui