Vaccini, Figliuolo apre agli adolescenti: “Aspettiamo Ema ed Aifa”

0

Il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo apre ai vaccini per adolescenti. In attesa del giudizio di Ema ed Aifa, si valuta il richiamo Pfizer.

Piano Vaccini Figliuolo De Luca
Il commissario straordinario per la campagna vaccinale (@Twitter)

Torna a parlare il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, sul caldo tema dei vaccini. Infatti il generale ha aperto alla somministrazione degli adolescenti tra i 12 ed i 15 anni. Il vaccino Pfizer è stato approvato per questa fascia in Usa e Canada, con l’Italia che si mette in coda in attesa del giudizio di Ema ed Aifa. Vaccinare la fascia più giovane della popolazione, infatti, metterebbe un ulteriore freno alla circolazione del virus.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Draghi alla Camera: “Obiettivo riaprire al più presto l’Italia al turismo”

Intanto l’Italia attende l’Ema per l’approvazione dei nuovi vaccini. Infatti sono due i vaccini che potrebbero ricevere l’ok alla fine del mese: Curevac (Germania) e Sputnik V (Russia). Inoltre sarebbe partita la rolling review del siero cinese Sinovac e del terzo vaccino statunitense, quello di Novavax. Durante la sua ultima intervista Figliuolo è riuscito a fare il punto anche sul richiamo di Pfizer, esteso dai 21 ai 42 giorni.

Vaccini, Figliuolo sull’estensione del richiamo di Pfizer: “Campagna va avanti senza ripercursioni”

vaccini covid figliuolo
Covid, l’aggiornamento da parte del Commissario straordinario Figliuolo (via Getty Images)

Per dare una nuova accelerata alla campagna vaccinale, il commissario straordinario Figliuolo ha allungato il richiamo di Pfizer da 21 a 42 giorni. Sulla decisione presa il generale non ha dubbi ed è convinto che la decisione non porterà ripercussioni sulla campagna vaccinale. Intanto dopo aver raggiunto il picco di 501mila vaccinazioni in un giorno, il trend resta stabile ad una media di 465.570 mila dosi somministrate ogni 24 ore.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Palazzotto (Leu) a iNews24: “Lampedusa, l’emergenza è stata creata per poter trattare in Europa”

Ad oggi la priorità resta quella di proteggere i più anziani, andando a completare quanto prima l’immunizzazione degli Over 70 ed Over 80. Nonostante ciò il commissario straordinario si è detto pronto ad aprire in un futuro prossimo alle vaccinazioni per la fascia più giovane del paese e per le attività produttive. Intanto prosegue il grande lavoro di coordinamento con le Regioni, specialmente sul punto di vista logistico e di controllo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui