Draghi alla Camera: “Obiettivo riaprire al più presto l’Italia al turismo”

0

Vaccini anti Covid, Recovery Fund, caso Durigon e attualità: tanti i temi affrontati dal premier Mario Draghi alla Camera

Draghi camera
L’intervento del premier Mario Draghi alla Camera (Getty Images)

Si è tenuto alle ore 15 di oggi il consueto question time nell’Aula di Montecitorio, durante il quale il premier Mario Draghi ha toccato vari temi di attualità. Dal vaccino anti Covid al turismo, passando per il Recovery Fund e il settore wedding.

Lunedì 17 maggio ci sarà la cabina di regia, durante la quale si daranno risposte al settore dei matrimoni. Un pensiero va alle coppie che stanno programmando la loro giornata” ha anticipato il presidente del Consiglio: “È fondamentale avere pazienza, così da evitare che un’occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un rischio per i partecipanti. Stanzieremo 200 milioni di euro per sostenere il settore“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, è allarme variante indiana: “Si sta diffondendo in Europa”

Draghi alla Camera: “Vaccini? Rimuovere blocco export Usa e Gb”

Vaccino Draghi
Tanti i temi affrontati dal presidente del Consiglio nel corso del consueto question time (Getty Images)

Uno dei temi più caldi è quello legato al turismo, pronto ad una ripartenza dopo i mesi difficili di restrizioni e chiusure anti Covid. “L’obiettivo è quello di riaprire al più presto l’Italia al turismo, sian ostro che straniero. La pandemia ha avuto i suoi effetti economici ingenti, e siamo all’opera per farli ripartire subito e in massima sicurezza” ha sottolineato il premier Draghi: “Verranno stanziati 500 milioni di euro per aprire cento nuovi siti culturali, altri 14 milioni per costituire un digital hub del turismo. Infine 9 miliardi circa per sostenere la competitività delle imprese turistiche“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Immigrazione, Tardino (Lega) a iNews24: “Mentre l’Italia subisce l’invasione, Salvini viene processato per aver difeso i confini”

Sul tema vaccini, invece, Draghi si è espresso in particolare sull’export di Usa e Gran Bretagna.Prima di parlare di una liberalizzazione dei brevetti, è bene rimuovere il blocco dell’export. Aumentiamo la produzione e individuiamo siti anche nei paesi poveri. È necessario dare una accelerata sullo sblocco dell’export accanto alla riflessione sulla liberalizzazione dei brevetti” ha poi concluso il premier alla Camera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui