Covid, è allarme variante indiana: “Si sta diffondendo in Europa”

0

Il Centro europeo per il controllo delle malattie lancia l’allarme: la variante indiana del Covid si sta diffondendo in Europa

covid variante indiana
Covid, allarme variante indiana anche in Europa: gli ultimi dati (Foto: Getty)

La variante indiana del Covid si sta diffondendo in tutta Europa, e potrebbe rappresentare un problema per le settimane a venire: ne è sicuro il Centro europeo per il controllo delle malattie, che ha lanciato poco fa l’allarme. Stando ai dati mostrati, nelle ultime settimane sono stati individuati due sottotipi del virus anche nel Vecchio Continente: il B.1.617.1 e il B.1.617.2.

Il primo di questi è stato quello rilevato in India lo scorso dicembre, che ha raggiunto il suo picco a fine marzo ed è andato poi a calare il mese scorso. Ecco tutti i dati aggiornati che, in minima parte, vedono coinvolta anche l’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Immigrazione, Tardino (Lega) a iNews24: “Mentre l’Italia subisce l’invasione, Salvini viene processato per aver difeso i confini”

Covid, la variante indiana colpisce l’Europa: i numeri

Vaccino Covid J&J
Il problema si presenta anche in Italia, seppur in minima parte (foto: Getty)

Le due sequenze B.1.617.1 e B.1.617.2 fanno tremare l’Europa. Il Centro europeo per il controllo delle malattie ha segnalato un aumento dei casi positivi alla variante indiana del Covid nel Vecchio Continente, con numeri che potrebbero presto peggiorare. Il primo sottotipo – in base alle sequenze pubblicate sulla banca dati Gisaid EpiCov – si trova in India e Regno Unito per la maggiore. 137 casi in Usa, che vanno poi a calare. In Italia al momento risulta solamente un positivo.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Palazzotto (Leu) a iNews24: “Lampedusa, l’emergenza è stata creata per poter trattare in Europa”

Per  ciò che riguarda il B.1.617.2, invece, al 10 maggio risulta diffuso con 676 casi nel Regno Unito e 290 in India. Si va anche in questo caso a calare, con l’Italia che presenta 5 casi in totale. “È positivo che il sottotipo 2 della variante indiana, che si sta diffondendo maggiormente in Europa, non presenta la mutazione E 484 Q che permette di sfuggire agli anticorpi neutralizzanti” ha spiegato il virologo Francesco Broccolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui