Pippo Baudo non ci sta e alza la voce: il suo annuncio è spiazzante

0

Pippo Baudo ha deciso di entrare in scena e prendere una posizione. Il conduttore è deciso e sicuro di ciò che dice.

Pippo Baudo, re della conduzione e del Festival di Sanremo insieme a Mike Bongiorno, si è pronunciato sul caso Fedez che dal 1 maggio sta continuando ad essere oggetto di discussione. C’è chi si schiera dalla parte del rapper milanese mentre chi, proprio come l’84enne nativo di Militello in Val di Catania, si schiera contro.

L’ex marito di Katia Ricciarelli ai microfoni dell’Adnkronos si è categoricamente schierato contro Fedez: “Se avessi condotto io il Concertone del Primo Maggio avrei spento le telecamere durante il suo discorso”.

Posizione dalla quale Pippo Baudo non si discosta nemmeno per un attimo: “Fedez ha esagerato. Poteva fare spettacolo, mentre fa ogni cosa per essere protagonista. E ha sbagliato a fare quel discorso in una sede che non era sua”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Morta Tawny Kitaen, attrice di Hercules: aveva 59 anni

Pippo Baudo non ci sta e alza la voce: il suo annuncio è spiazzante

Secondo il volto storico della televisione italiana, la Rai ha commesso solo un errore, “quello di non dire semplicemente che quel palcoscenico era il suo e a lei competeva l’autorizzazione”. Pippo Baudo poi prosegue evidenziando: “Se tu vieni a casa mia e io ti ricevo nel mio salotto, io voglio sapere cosa ci vieni a fare. E poi gli argomenti che Fedez ha toccato sono complicati e non si può utilizzare il mezzo pubblico in maniera così indiscriminata. Bisogna stare attenti perché si ripercuote sulla società in modo divisivo”.

Pippo Baudo si sofferma poi sul disegno di legge che sta facendo discutere da tempo politici e personaggi pubblici, in modo particolare dopo il discorso di Fedez sul palco del Concertone del Primo Maggio.

“Abbiamo fra le più belle carte costituzionali del mondo. È inutile aggiungere un’altra legge che confonde le cose. La nostra Costituzione è perfetta ed è garantista al massimo. Il Ddl Zan è la complicazione delle cose semplici”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui