Vaccinazioni Italia, Figliuolo sicuro: “A giugno nuova accelerata”

0

Il commissario straordinario, Francesco Paolo Figliuolo, ha assicurato una nuova accelerata nelle vaccinazioni nel mese di giugno: cosa succederà. 

vaccinazioni figliuolo
Il punto del commissario straordinario sulle somminstrazioni (Foto: Getty Images)

Alla fine di aprile l’Italia è riuscita a raggiungere l’ambizioso obiettivo delle 500mila vaccinazioni giornaliere ed adesso il commissario Francesco Paolo Figliuolo promette una nuova accelerata. Infatti il generale adesso punta ad una nuova accelerata durante il mese di giugno. Il commissario scelto da Mario Draghi, in pochi mesi, è riuscito a raddoppiare gli hub vaccinali mettendo in pratica la macchina per la campagna vaccinale.

POTRENBBE INTERESSARTI >>> Covid, Von der Leyen: “Italia chiese ad Ue di intervenire e aveva ragione”

In un mese, l’Italia è passata dalle 200mila somministrazioni giornaliere alle oltre 500mila di quest’ultima settimana. Inoltre durante questa settimana il paese ha viaggiato ad una media di 442mila dosi al giorno. Così il Paese ha potuto anche osservare i primi effetti delle somministrazioni, con la costante diminuzione di ricoveri e terapie intensive, ma soprattutto una diminuzione delle morti giornaliere. Andiamo quindi a vedere come procedono le vaccinazioni nel resto d’Europa.

Vaccinazioni, Figliuolo accelera per l’Italia: crescita esponenziale per Germania e Francia

Vaccinazioni Figliuolo
Come prosegue la campagna vaccinale nel resto d’Europa (Foto: Getty Images)

Dopo mesi senza scorte e diversi errori, anche gli altri paesi dell’Unione Europea hanno dato una sensibile accelerata alla campagna vaccinale. Con un report, il Washington Post ha evidenziato il miglioramento della campagna d’immunizzazione nel resto d’Europa. Infatti nei paesi membri si somministrano quasi lo stesso numero di dosi degli Usa, con un leggero vantaggio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Ricci (Pd) a iNews24: “Ddl Zan, la Lega ha un pregiudizio verso gli omosessuali”

Come riporta il Post, in Ue c’è una tendenza all’aumento di somministrazioni, mentre in Usa il trend è inverso. Inoltre tra maggio e giugno i paesi membri apriranno le prenotazioni per la fascia più giovane della società. La previsione è che per giugno l’Unione Europea avrà raggiunto gli Usa per numero di vaccinazioni. L’obiettivo è arrivare al 70% della popolazione europea vaccinata, per raggiungere l’immunità di gregge.

Nelle ultime settimane abbiamo visto le somministrazioni aumentare del 60% in Francia e del 90% in Italia. Accelerata sensibile per la Germania, che aumenta del 145% il numero di somministrazioni settimanali. Il paese tedesco al momento ha vaccinato il 30% della popolazione adulta, ed è ancora indietro agli Usa (45%), Regno Unito (52%) ed Israele (60%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui