Varese, operaio schiacciato da una fresa: muore in ospedale

0

Morto per infortunio sul lavoro a Varese, 49enne è stato schiacciato da una fresa industriale. Sono ancora in corso gli accertamenti per stabile la dinamica esatta dell’incidente

Varese, operaio schiacciato da una fresa
Elicottero pronto soccorso (Pixabay)

Un operaio di 49 anni è stato schiacciato da una enorme fresa industriale a Busto Arsizio (Varese). L’uomo che lavorava in un’azienda Metalmeccanica Bandera che si occupa di estrusione di materie plastiche, è stato schiacciato dalla fresa intorno alle ore 8.30 circa.

Sono stati i suoi colleghi ad allertare immediatamente il 118. Sul posto è sopraggiunto oltre ai soccorritori anche un elicottero che ha subito trasportato il 49enne, in cattive condizioni,  presso l’ospedale di Legnano. Affidato ai medici della suddetta struttura ospedaliera, purtroppo però, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Bologna, uccide la fidanzata e la getta nel cassonetto: si toglie la vita

Maurizio Landini, in media nel 2021 sta morendo un lavoratore al giorno

Maurizio Landini
Maurizio Landini (Facebook)

Ospite a Uno Mattina, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ha fatto sapere che all’incontro di questo pomeriggio a Palazzo Chigi parlerà della sicurezza sul lavoro: “Dall’inizio dell’anno siamo in una situazione in cui sta morendo una persona al giorno sul posto di lavoro”.

Difatti, la sicurezza sul lavoro viene vista come un costo e non come un vincolo, per questo motivo non c’è abbastanza attenzione e sono pochi i controlli che si effettuano. “Se vogliamo evitare che succedano altre tragedie, abbiamo bisogno di fare molta formazione e introdurre il diritto che in ogni luogo di lavoro ci sia un lavoratore che possa fare, come dice la legge, il rappresentante alla sicurezza”, ha aggiunto Landini, ritenendo opportuno investire in questa direzione.

POTRESTI LEGGERE QUESTO ARTICOLO>>> Omicidio Vannini, la Cassazione conferma: pene pesanti

Come ha sottolineato il segretario generale della Cgil, nel 2009 in Italia erano circa 5mila gli addetti nei servizi ispettivi delle unità sanitarie locali. Nel 2021 sono 2mila, e sono stati ridotti anche gli ispettorati del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui