Bonus ristrutturazioni ed ecobonus auto confermati: come funzionano

0

Bonus ristrutturazioni ed ecobonus auto confermati dal governo in attesa del Recovery Plan: come funzionano e a chi spettano

In attesa che l’impianto complessivo del Recovery plan arrivi in Consiglio dei ministri per limare gli ultimi dettagli (venerdì 23 aprile), possiamo già dire che ci sono due novità importanti. Una buona parte dei finanziamenti in attivo dalla Ue saranno destinati alla rivoluzione ecologica e quindi sono confermati sia il superbonus ristrutturazioni che l’ecobonus auto 2021.

ricchezza mondiale oxfam
(Getty Images)

L’unica incertezza sul superbonus 110% destinato alle ristrutturazioni edilizie era legata alla sua durata, se fino a tutto il 2022 oppure anche al 2023. Secondo le indiscrezioni, la misura sarà prorogata almeno per i prossimi due anni utilizzando circa 18,5 miliardi di euro in arrivo dal Pnrr e dal fondo complementare Next Generation Ue.

Ricordiamo che il superbonus al 110 per cento funziona come credito di imposta con  importo pari alla detrazione spettante e può essere ceduto anche a istituti di credito o ad altri intermediari finanziari. Interessa tutta una serie di lavori si internamente che esternamente all’edificio destinati a migliorarne l’efficienza energetica abbassando le emissioni nocive.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus zanzariere, come funziona e chi lo può richiedere

Ecobonus auto, soldi già disponibili dal governo: come funziona lo schema della distribuzione

Stop ad auto a benzina e diesel nel 2030

Lo stesso discorso vale per gli ecobonus auto. Già da domani, 23 aprile, le risorse saranno incrementate di 76 milioni di euro per prenotare l’incentivo destinato all’acquisto di veicoli a basse emissioni relativo alle categorie dei motocicli L e delle auto M1.

In particolare ci saranno 56 milioni di euro per le autovetture con emissioni fino 0-60 g/km, 13 milioni di euro per la fascia di emissione 61-135 g/km e altri 5 milioni di euro per la fascia di emissione 0-135 g/km

Lo schema delle agevolazioni per l’acquisto di un veicolo meno inquinante non è cambiato:

  • Auto 0-20 g/km CO2: con rottamazione 8.000 euro di bonus + 2.000 euro (+Iva) di contributo concessionario
  • Auto 0-20 g/km di CO2: senza rottamazione 5.000 euro di bonus + 1.000 euro (+Iva) di contributo concessionario
  • Auto 21-60 g/km di CO2: con rottamazione 4.500 euro di bonus + 2.000 euro (+Iva) di contributo concessionario
  • Auto 21-60 g/km di CO2: senza rottamazione 2.500 euro di bonus + 1.000 euro (+Iva) di contributo concessionario
  • Auto 61-135 g/km di CO2: solo con rottamazione 1.500 euro di bonus + 2.000 euro (+Iva) di contributo concessionario

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui